• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Claudio Forleo | 15.11.2012 15:05 CET

C'è gente a cui non interessa apparire impopolari e rilasciare dichiarazioni che sembrano dal sen sfuggite. Elsa Fornero è maestra in questo genere di frasi "hard", ma Giuliano Amato intende fargli concorrenza. In un'intervista a Sette, magazine del Corriere della Sera in edicola venerdì, l'ex presidente del Consiglio nonchè collaboratore del governo Monti (di cui tesse le lodi), ne spara una davvero grossa.

Seguici su Facebook

Prima piange miseria spiegando che lui non recepisce mica 32mila euro di pensione al mese come scritto in precedenza, ma "solo" 22mila lordi (povero!). Poi, con strano senso dell'umorismo, risponde così quando l'intervistatore gli chiede un parere sugli esodati: "In Italia ora tutti vogliono parlamentari giovani e che facciano al massimo due mandati . E tutti sono indignati per i vitalizi e pretendono che vengano elargiti solo al compimento dei sessantacinque anni di età. Un trentenne eletto in Parlamento, dopo due mandati cioè a quarant'anni, che cosa dovrebbe fare mentre aspetta di compiere i sessantacinque? L'esodato di Stato? Meglio un'indennità di reinserimento. Due anni di vitalizio anticipato mentre cerca lavoro".

Solo ieri sera, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo, aveva fatto scalpore la sua risposta ad un'altra domanda. "Ridurmi la pensione? Non capisco la domanda...". Gli basterebbe fermare qualcuno per strada e farsela spiegare. Ma è meglio non dirgli quanto prende di pensione.

Giuliano Amato
(Foto: Reuters / )
Chiamato da Monti per ridurre il finanziamento ai partiti.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci