SCONTRO CASSANO-CONTE. L'attaccante: "E' stato squalificato per omessa denuncia, non parli di moralità"

Di Ivan Noviello | 15.11.2012 20:11 CET
Dimensione testo + -

"Quaquaraquà non sono io, ma lui che è stato squalificato per omessa denuncia. Ho fatto tante cassanate nella mia carriera e per questo sono stato squalificato. Se lui viene a parlare di moralità a me è finito il mondo. Lui che è stato squalificato per omessa denuncia". Chi parla è Antonio Cassano, in una lunga intervista rilasciata a Sport Mediaset. Il bersaglio del gioiello di Bari Vecchia è il tecnico della Juventus, Antonio Conte. La polemica a distanza tra la Juve e l'Inter riprende in piena regola. Il tecnico bianconero aveva replicato a Cassano che aveva dato del "soldatini" ai giocatori juventini con questa frase: "Chi parla troppo non è da Juve". Ovviamente non era stato citato Cassano ma il riferimento era apparso scontato. "Volevo semplicemente dire che sono troppo professionali e professionisti. Io non lo sono mai stato -aggiunge Cassano-. Non era mia intenzione offenderli, se se la sono presa... amen comunque io non ho nessun problema con la Juventus. Anzi, in campionato i bianconeri sono i favoriti perchè hanno vinto lo scorso torneo e sono già affiatati. Noi siamo dietro". 

Seguici su Facebook

Il ritorno di Wes. L'attaccante ex Milan, poi parla del ritorno in campo di Wesley Sneijder: "Wes per me è il giocatore che ci serve per fare la differenza. Lo voglio in squadra tutta la vita. Tatticamente sarà un problema per Stramaccioni, se la vedrà lui. Io, però, voglio giocare per Sneijder". 

La maglia azzurra. Per la Nazionale non perde le speranze: "Prandelli? Non l'ho sentito, però ho cambiato numero... Comunque tifo Italia e il mio sogno è partecipare a un Mondiale, cosa che non ho mai fatto". 

Le perle di Ibra. Infine un pensiero su Zlatan Ibrahimovic, autore di un poker da sogno con la Svezia contro l'Inghilterra. L'ultimo gol in particolare, in rovesciata da fuori area, ha impressionato pure Fantantonio: "Gol favoloso, solo un pazzo può pensare a fare cose del genere. Gli ho mandato un sms ma ancora non mi ha risposto, sarà ancora ubriaco dalla gioia per il gol di ieri...".

Antonio Cassano
( Foto : Reuters / )
Cassano replica a Conte
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci