• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Giovanni Tortoriello | 16.11.2012 17:01 CET

Amianto, amianto e ancora amianto. Dal nord al sud si susseguono tante vicende che hanno come triste protagonista la famigerata fibra killer e la situazione è sempre più preoccupante.

Seguici su Facebook

In Campania la Guardia di Finanza di Ravello ha scoperto numerose lastre di amianto all'interno di una discarica abusiva in costiera amalfitana. 230 metri cubi di rifiuti pericolosi erano stati ammassati in un'area di 130 metri quadrati. La zona, sequestrata dalle fiamme gialle, è riconosciuta patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

A Rovigo nei giorni scorsi gli studenti dell'istituto di scuola superiore "Marco Polo" sono scesi in piazza per protestare contro l'amianto. Dal tetto della scuola, infatti, a causa della forte pioggia, si sono verificate pericolose infiltrazioni di materiale tossico dal soffitto. Gli alunni esposti al pericolo, cioè quelli delle classi sotto il tetto, sono stati costretti a lasciare la loro aula e sono stati trasferiti nelle poco capienti aule di disegno.

"Il preside non ci ha avvisato del rischio. Quelle aule sono state chiuse, ma quell'aria si può respirare"- denunciano gli studenti dalla pagine dell'edizione di Rovigo de "Il resto del Carlino". Il dirigente scolastico Elena Papa, dal canto suo, riferisce di aver immediatamente contatto l'Ufficio Tecnico della Provincia per rassicurare gli studenti sul fatto che non corrono alcun pericolo, ma la Provincia, citando le parole del preside stesso, "ha ritenuto non opportuno muoversi in questo senso".

Chi invece ha deciso di muoversi sono i cittadini di Mongrifone e Leggino, due quartieri di Savona. Gli abitanti di queste zone si sono muniti di macchine fotografiche per immortalare tetti e facciate di case, rigorosamente rivestite in amianto. Secondo i residenti, dalle 20 alle 30 abitazioni presenterebbero coperture in eternit.

Lo scopo dell'iniziativa è creare un dossier da inviare al Comune e ad Arte, l'ex istituto case popolari a cui alcuni immobili appartengono, per denunciare una situazione emergenziale che si trascina da anni. "Attendo il reportage che i cittadini stanno predisponendo e garantisco il mio impegno affinchè eventuali situazioni  che ci riguardano e che non sono state ancora affrontate" - ha dichiarato a Il Secolo XIX il presidente di Arte, Massimo Raineri, che però ha aggiunto: "Il problema è che ci sono condomini in cui, in seguito alle vendite degli anni scorsi, Arte è in minoranza, e quindi  non è in condizione di imporre un intervento alla maggioranza di proprietari privati.  Ma la nostra disponibilità è massima, per riscrivere ogni situazione legata all'amianto".

[Fonte: Il Resto del Carlino ,  Il Secolo XIX]

 

Leggi anche:

Bonifica amianto: in Italia sono 32 milioni di tonnellate

Rischio amianto: al via un piano di bonifica

Rifiuti, scoperta discarica di amianto grande come 110 campi da calcio

 

 

Amianto, è allarme in tutta Italia
(Foto: pictures.reuters.com / Yiorgos Karahalis)
Dal nord al sud si susseguono storie di incuria e degrado che mettono a serio risischio la salute dei cittadini
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci