Scoppia la GUERRA tra INTER e JUVENTUS. Moratti: "Cose già viste in passato". I bianconeri: "No comment"

Di Alfonso Formato | 19.11.2012 11:25 CET
Dimensione testo + -

Ci risiamo. Dopo due settimane dallo scontro in campo con successive polemiche, dopo i continui attacchi a suon di "soldatini" e accuse di scarsa moralità, Inter e Juventus tornano a farsi la guerra.

Seguici su Facebook

Il pretesto giusto questa volta è il calcio di rigore non concesso ai nerazzurri nel recupero della sfida col Cagliari, finita poi 2-2. Al termine della gara un Massimo Moratti visibilmente contrariato concede infatti delle piccate dichiarazioni ai microfoni dei giornalisti presenti: "Da parte nostra, di tutti, e da parte mia in particolare visto che sono io che parlo c'è un certo 'risentimento' dovuto al fatto che è la terza partita di seguito che ci ritroviamo con delle sviste arbitrali sempre contro di noi e un atteggiamento che comunque anche durante la partita è certamente non a favore della società e della squadra. Dico della società perchè ho già vissuto queste situazioni e non vorrei ritrovarmi ancora dopo tanti anni nella stessa situazione di allora", facendo chiaramente riferimento alla vicenda Calciopoli. Poi il presidente nerazzurro continua: "Ma come inizio ad avvertire... è la terza partita - spiega al sito ufficiale -. Con la Juventus abbiamo vinto per grazia di Dio, ma non certo dell'arbitro. Con l'Atalanta il gol decisivo è venuto fuori da un rigore che non c'era e il dubbio sta tanto per fare piacere alla classe arbitrale e oggi c'è stata una situazione veramente assurda. Possiamo avere i commentatori televisivi che si divertono, dopo la loro grande esperienza juventina, a fare finta che non sia rigore, ma se non è rigore questo qui, lo mettano pure a dire quello che vogliono e non mi interessa più seguirli né a me né a nessun interista. Questo, chiaramente e siccome mi sono stufato, perchè dopo tre partite è tanto, lo dicoL'unica cosa che diceva l'arbitro in campo era: voi dell'Inter state zitti. Voglio capire chi è il "noi" dicendo voi dell'Inter. Ci spieghino chi è il "noi" quando dicono voi dell'Inter".

Dichiarazioni certamente pesanti, che non potevano non innescare l'immediata replica della Juventus e che non possono trovare giustificazione nel nervosismo per il torto subito. I bianconeri hanno risposto attraverso il proprio sito ufficiale, con un durissimo "NO COMMENT", scritto a caratteri cubitali, allegando la relazione di 72 pagine del procuratore federale Stefano Palazzi risalente al 1° luglio 2011, nella quale veniva motivato il provvedimento su "Calciopoli bis" e rilevata l'esistenza di comportamenti illeciti della dirigenza nerazzurra, sulla base delle nuove intercettazioni. Sul suo profilo twitter ufficiale, invece, la società bianconera ha inserito il link del suddetto articolo pubblicato sul sito, ma oltre alla scritta "NO COMMENT" ha anche aggiunto l'hastag "30sulcampo".  

Tra Inter e Juve purtroppo la polemica sembra destinata a non finire mai, e si ha come l'impressione che a volerlo siano proprio le due parti in causa. Se ognuno guardasse un po' di più all'interno del proprio orto e imparasse a tacere sulle vicende altrui si eviterebbero tutti gli scontri. La questione arbitri va presa con grande equilibrio. Perchè Agnelli dopo Parma-Juve dello scorso campionato e Moratti dopo la partita di ieri parlano quasi di complotti e poi si congedano con un secco "l'arbitro può sbagliare" dopo gli errori a favore nelle partite, entrambe neanche a farlo a posta, di qualche settimana fa con il Catania. Cercasi coerenza.

 

 

LEGGI ANCHE: CRISTIANO RONALDO, probabile addio al REAL MADRID. Si scatena un'asta da 200 MILIONI

 

 

CALCIO sul petto di un avversario. ARRESTATO l'ex Livorno Cellerino. GUARDA IL VIDEO

 

 

"CAVANI lascerà il NAPOLI a giugno. SOCIETA' ingannata dai PROCURATORI"  

 

 

 

 

 

 

 

Massimo Moratti
( Foto : Reuters / )
Massimo Moratti, presidente dell'Inter
Andrea Agnelli
( Foto : Reuters / )
Andrea Agnelli, presidente della Juventus
1 2
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci