• Share
  • OkNotizie
  • +8
  • 0

Di Luca Marra | 19.11.2012 19:03 CET

Il 24 novembre 1991 moriva un Dio della musica: Freddy Mercury, 21 anni e diversi greatest hits dopo esce nelle sale, solo il 20 novembre, Hungarian Rhapsody: Queen live in Budapest, il concerto del "Magic Tour" del 1986 al Nepstadium di Budapest, la prima esibizione musicale di un band occidentale oltre la "cortina di ferro". Nell'attesa che Hollywood sforni il biopic su Mercury, questo celebre concerto viene rimasterizzato in alta definizione e portato, per la prima volta, nella cornice del cinema a fan vecchi  e nuovi che "la regina" ha saputo conquistare dagli anni '80.

Microcinema
Per la prima volta sul grande schermo - rimasterizzato in alta definizione - lo storico concerto di cui i Queen furono protagonisti il 27 luglio 1986, nel pieno del successo del loro Magic Tour.

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Dietro la regia di Jànos Zsombolyai, il live si inserisce nell'importante trend di riproporre la grande musica nel grande schermo, come capitato, ad esempio, già con i Led Zeppellin. Fatti salvi alcuni minuti inediti che riguardano i membri della band come Roger Taylor che corre sui go-kart nel Hungaroring (il circuito di F1 di Budapest) o Deacon che si diverte a dialogare con una bambina, Hungarian Rhapsody è un film essenziale, slegato da tutte gli orpelli celebrativi, ha la struttura di un classico live in immagini che segue da diverse angolazioni visive l'avanzare della performance, e quella al Nepstadium fu "qualcosa di magico" anche per il gruppo di Mercury. Se all'inizio l'essenzialità può esser presa come una mancanza, un difetto, si capisce poi che è una condizione necessaria, perché il cuore pulsante sia la musica, i suoni  della band e una delle voci più belle delle Storia: niente più serve ad esaltare il ricordo di questo concerto.

Da Bohemian Rhapsody alla cover di Tutti Frutti, passando per Love of my life e We Will Rock You, una parte importante dell'enciclopedia del rock anni 70-80 ci fa un divertente e importante ripasso, alle orecchie, agli occhi e al cuore. Anni non troppo lontani quelli dei Queen ma, come in un film fatto bene, ci resta sempre un po' di malinconia: quella legata al fatto che la voce di Mercury sarà sempre registrata e mai più dal vivo. Unica consolazione: il ricordo. It's a kind of magic.

Per informazioni: www.microcinema.eu

SCALETTA:

Tavaszl Szèl (omaggio dei Queen al pubblico)

One Vision

Tie Your Mother Down

In The Lap of the Gods

Seven Seas of Rhye

Tear It Up

A Kind of Magic

Under Pressure

Who Wants to Live Forever

I Want to Break Free

Now I'm Here

Love of My Life

Tavaszi Szel Vizet Araszt

Is This the World We Created... ?

Tutti Frutti

Bohemian Rhapsody

Hammer to Fall

Crazy Little Thing Called Love

Radio Ga Ga

We Will Rock You

Friends Will Be Friends

We Are the Champions

God Save the Queen

 

 

Hungarian Rhapsody: Queen Live in Budapest
(Foto: Microcinema / )
Per la prima volta sul grande schermo - rimasterizzato in alta definizione - lo storico concerto di cui i Queen furono protagonisti il 27 luglio 1986, nel pieno del successo del loro Magic Tour.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Rate this Story
  • +8
  • 0
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

Partecipa alla discussione

IBTimes TV
Follow IBTimes Entertainment