• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Alessandro Proietti | 21.11.2012 09:49 CET

BRUXELLES - Non sono bastate undici ore di riunione per trovare un'accordo per gli aiuti alla Grecia. Neanche questa volta, l'incontro tra gli esponenti del Fondo Monetario Internazionale e i ministri dell'eurozona sono riusciti ad approdare ad un accordo definitivo. Dopo il primo tentativo, fallito, dello scorso 12 Novembre si aggiunge, dunque, quello odierno.

Seguici su Facebook

Il rinvio - "Ho deciso di sospendere la riunione e di continuarla il prossimo lunedì" ha commentato il Presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker. "Siamo vicini ad un accordo ma restano ancora delle questioni tecniche da risolvere" ha preseguito. Uno dei principali nodi ancora da sciogliere è quello legato al debito pubblico: il target inizialmente concordato parla della riduzione entro il 120% per il 2020.

La posizione del Fmi - Proprio a riguardo del target sul debito pubblico esiste una prima divergenza interna di opinioni: se il Fmi punta alla conferma del 2020, anche a costo di rivedere parte dei crediti, l'Eurogruppo porpende per allungare il rientro di due anni, rimandandolo al 2022. Così facendo la manovra viene giudicata "plausibile" anche se il rinvio comporterebbe un non esiguo costo aggiuntivo di 32.6 miliardi di euro.

"Ci dobbiamo mettere d'accordo sulla traiettoria di sostenibilità del debito greco (...) Ci sono differenti opzioni. Ci sarà la necessità di calcolare quasi al centesimo le possibili opzioni. E' un lavoro tecnico da portare avanti nei prossimi giorni" ha specificato Juncker.

Le altre dichiarazioni - Si parte con il numero uno del Fmi Christine Lagarde che afferma: "Abbiamo fatto progressi ma dobbiamo fare ancora un po' di più". Dello stesso parere il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble: "Abbiamo discusso della questione molto intensamente, ma siccome i nodi sono molto complicati non siamo riusciti a trovare una intesa finale (...) Abbiamo una serie di opzioni sul tavolo".

Eurogruppo & IMF
(Foto: Reuters / )
Spain's Economy Minister De Guindos, Luxembourg's PM Juncker and IMF Managing Director Lagarde attend a Eurogroup meeting in Brussels
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci