• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Candido Romano | 22.11.2012 10:29 CET

Aveva da poco toccato il milione di download, era prima negli Stati Uniti e in India: stiamo parlando di YouTube Downloader, l'app per Android che permetteva di scaricare video dal popolare sito di Google. A crearla è stato Andrea Giarrizzo, il 20enne siciliano balzato all'onore delle cronache per l'ottimo risultato raggiunto ma soprattutto per aver recentemente vinto un lauto premio messo in palio da Samsung di 100.000 dollari.

Seguici su Facebook

LEGGI ANCHE

20enne siciliano crea app da 100.000 dollari, prima al mondo

Andrea ha quindi rilasciato interviste e dichiarazioni a diversi giornali, compreso il nostro, trovandosi suo malgrado al centro dell'attenzione mediatica, per un'app programmata in due settimane grazie all'aiuto del suo professore di informatica. Ebbene proprio YouTube Downloader ieri è stata cancellata improvvisamente dallo Store di Samsung, mentre sul Play Store ancora doveva arrivare.

Pare che tutto a un tratto Samsung si sia accorta che la policy di YouTube, di proprietà di Google, non consente di scaricare i video, anche se sono presenti molte applicazioni web con lo stesso nome che consentono questa pratica. La cosa strana è che Samsung si sia accorta di tutto questo dopo che l'app è stata scaricata un milione di volte: questo non vuol dire solo introiti per Giarrizzo, che guadagnava 240 dollari al giorno grazie alla pubblicità, ma anche introiti per la casa coreana, che ha anche premiato il ragazzo. Insomma, ci hanno guadagnato tutti, però poi l'app è stata rimossa.

Intanto Massimo Melica sul suo blog si esprime così: "Il giovane Giarrizzo, nel rispetto dei Termini di utilizzo della piattaforma YouTube avrebbe dovuto richiedere il 'consenso scritto' a Google per autorizzare la sua App, meglio se avesse richiesto anche l'utilizzo del marchio testuale 'YouTube' in quanto registrato. Ogni settimana mi trovo ad offrire dei pareri a giovani strartupper e molto spesso devo evidenziare i paletti delle norme sulla concorrenza, sui marchi, sui regimi fiscali, sul rispetto delle regole come base di un solido business.Non possiamo far passare il messaggio che un milione di download e 100 mila dollari di premio giustificano l'assenza di regole", in risposta all'accorato messaggio a difesa di Andrea Giarrizzo pubblicato da Riccardo Luna.

È quindi bastato il tam tam mediatico e di polemiche per convincere Samsung a fare dietro front? Riguardo invece al premio di 100.000 dollari, dopo questa cancellazione Samsung si tirerà indietro anche su questo? Niente di tutto questo. Abbiamo provato a contattare Andrea Giarrizzo al telefono per farci spiegare la situazione e per ora non abbiamo ricevuto risposta. Il noto magazine Wired è riuscito però a parlare con la madre che ha spiegato che l'app è stata ritirata dallo stesso Andrea per "rimodularla", insomma vuole apportare diverse modifiche per renderla inattaccabile.

La madre assicura che Samsung non ha ritirato il premio di 100.000 dollari, almeno il figlio non ha ancora ricevuto alcuna notifica dalla casa coreana. Tra poco Samsung rilascerà un comunicato ufficiale sulla faccenda, dove finalmente sarà chiarita la situazione e speriamo di sentire Andrea al più presto per ricevere informazioni in merito. Questa era una storia semplice di un ragazzo e un professore che inizialmente per gioco creano app per poi arrivare a un improvviso successo. Speriamo solo che questa storia non si complichi.

 

Andrea Giarrizzo
(Foto: Andrea Giarrizzo / )
Lo studente italiano che ha creato l'app Youtube Downloader. ha vinto il concorso "Samsung Smart App Challenge 2012", ricevendo un premio di 100.000 dollari.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci