• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -4

Di Valentina Beli | 23.11.2012 18:29 CET

Milena Gabanelli non ci sta a passare per una giornalista che parla senza pezze d'appoggio e dati ben precisi. Dunque, dopo le numerose smentite di Antonio Di Pietro, la conduttrice di Report mette i puntini sulle i e rilancia: "Di Pietro ha ogni diritto di difendersi, ma da settimane continua ad affermare che Report gli ha attribuito un cespite di 56 case. Come abbiamo avuto modo di replicare, questa affermazione non è mai stata fatta dall'autrice dell'inchiesta, Sabrina Giannini, e dagli intervistati. Infatti è stato specificato che si trattava di proprietà (che includevano terreni, cantine e garage), escludendo dalla somma anche le proprietà della moglie e del figlio più grande Cristiano".

Seguici su Facebook

In completa buona fede sul suo operato si dice pronta a rimandare in onda la puntata e aggiunge: "Di Pietro continua anche a ripetere che ha soltanto tre case quando in realtà ne possiede una a Bruxelles e nove in Italia (incluse le tre che ha acquistato ai figli più piccoli, studenti). Inoltre stiamo aspettando che Di Pietro pubblichi quanto annunciato: le ricevute degli oltre due milioni ricevuti a titolo di risarcimento per essere stato diffamato. Non capiamo perché Di Pietro non mostri l'unica 'carta che canta': i conti correnti dell'associazione a tre che fino al 2009 ha gestito la cassa del partito (di cui erano soci lui, la moglie e la tesoriera Silvana Mura)".

"Se la difesa dell'on. Di Pietro si deve fondare sulla delegittimazione del giornalismo di inchiesta e su un dato falso, vuol dire che ha pochi argomenti. Continuando a veicolare falsità  diffamatorie sul nostro conto sarà opportuno riproporre la puntata 'Gli insaziabili' in modo che gli spettatori possano valutare da soli l'infondatezza delle sue affermazioni - conclude - e che le questioni da noi sollevate andavano ben oltre l'elenco delle proprietà".

 

LEGGI ANCHE:

90 onorevoli in più: così il Parlamento riduce i costi della politica 

L'editoria dei furbetti: truffe per 110 milioni di euro. E noi paghiamo 

 

 

Antonio Di Pietro
(Foto: Reuters / )
Continua la polemica con Report
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -4

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci