• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di V.B. | 24.11.2012 10:34 CET

Per Sgarbi,il segretario del Pdl predica bene e razzola male. Alfano è stato chiaro: "non voglio indagati alle Primarie" e Vittorio Sgarbi non ci sta e attacca: "Alfano senza vergogna, esibisce una questione morale avendo anche il fratello sotto inchiesta nell'ambito di una indagine sulla compravendita di esami all'Università di Palermo".

Seguici su Facebook

Si dice disgustato di vedere il suo nome accanro a quello dell'ex ministro, e si ritira dalla battaglia. Poi aggiunge: "non posso partecipare alle Primarie del Pdl, e mi riservo di valutare qualunque iniziativa venga direttamente promossa da Silvio Berlusconi. Vedo che la partita in un partito morto - argomenta Sgarbi - si gioca tra un Segretario di inquisiti che esibisce una doppia morale, e una rivale che non è indagata ma non è neppure laureata. E' troppo. Il Pdl non esiste più. Per un persona libera, candidarsi alle primarie è accanimento terapeutico. Meglio l'ultimo degli inquisiti che l'ipocrita Alfano. L'inquisito potrebbe essere innocente, Alfano è colpevole di aver ucciso un partito". 

 

 

LEGGI ANCHE:

Pdl, in corsa una disabile laureata: 'Nessuno ne parla, forse perché non sono tutta seno e sedere' 

Vittorio Sgarbi
(Foto: Reuters / )
Grave incidente per Vittorio Sgarbi
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci