• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Claudio Forleo | 27.11.2012 17:04 CET

Don Marco Gerardo, segretario dell'ex arcivescovo di Taranto mons. Benigno Luigi Papa, e il sindaco di Taranto Ippazio Stefano. Sono due dei cinque nuovi indagati dalla Procura di Taranto nell'ambito dell'inchiesta sull'Ilva di Taranto. Lo riferisce l'Ansa.

Seguici su Facebook

Il sacerdote sarebbe accusato di aver mentito su una presunta tangente di 10mila euro ricevuta dalla Curia di Taranto. Il primo cittadino Ippazio Stefano si è difeso così ai microfoni del Tgcom:"Non ho ricevuto ancora nulla. Ho fatto un esposto alla magistratura a maggio e delle ordinanze e il Tar mi ha detto che il Comune non ha competenze in materia. Quando sarà il momento, serenamente risponderò. Sono pronto a rispondere di ogni mia azione al servizio della città, documenti alla mano".

Intanto proseguono gli accertamenti a Roma e Bari condotti dalla Guardia di Finanza in merito al via libera alla precedente Autorizzazione integrata ambientale (Aia) rilasciata il 4 agosto 2011 (governo Berlusconi) all'Ilva di Taranto, riesaminata e concessa nuovamente due settimane fa dal ministro dell'Ambiente Corrado Clini. "Le normative nazionali ed europee stabiliscono che per l'esercizio di questo tipo di impianti è necessaria l'Aia che è l'unico documento legale che ne regola l'attività. Il problema, oggi, é creare le condizioni di agibilità per cui l'azienda possa rispettarla rigorosamente - ha dichiarato Clini - Io e il Governo andiamo avanti  per impedire che si crei situazione per cui non si rispetti la legge e per coniugare lavoro e salute. Giovedì (è in programma un vertice a Palazzo Chigi con sindacati ed enti locali) contiamo di uscire con un provvedimento, lavoriamo a un decreto per l'applicazione dell'Aia".

Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri ha sottolineato il pericolo di una potenziale bomba sociale. "Il rischio per l'ordine pubblico c'è ed è anche notevole. La situazione è molto preoccupante - ha detto Cancellieri - perché i posti di lavoro messi in discussione sono tantissimi, non sono solo quelli di Taranto ma riguardano anche l'indotto". A Taranto gli operai hanno occupato la direzione del centro siderurgico. Agitazione anche a Genova, sede di un altro stabilimento Ilva. Dopo aver bloccato il casello di Genova ovest si sono riuniti in azienda in assemblea permanente.

Ilva
(Foto: Reuters / )
L'Ilva di Taranto
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci