• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di David Pascucci | 28.11.2012 19:39 CET

La sterlina e gli Uk potrebbero finire nell'infallibile mirino delle agenzie di rating. Queste le fonti JpMorgan: "La riunione del Comitato per le politiche monetarie del Parlamento non ha riservato vere sorprese. Il Comitato ha votato 8-1 affinché per l'acquisto di asset si mantenga un'allocazione totale di £375 miliardi. Dalla relazione si evince che la maggior parte dei membri del Comitato considera che nell'attuale contesto economico, ulteriori tornate di alleggerimento quantitativo sarebbero meno efficaci che nel passato, pur dicendosi pronti ad agire qualora le circostanze lo richiedessero. Inoltre, i membri del Comitato parlamentare si sono detti "poco propensi a voler ridurre il tasso interbancario nel breve-medio termine

Seguici su Facebook

In sostanza non si può indebolire di nuovo la sterlina, una valuta che proprio ultimamente è diventata più vulnerabile a causa dell'aggravarsi della crisi europea (vedi declassamento Francia). Proprio questo elemento di vulnerabilità, lega gli Uk in modo sistemico all'economia dell'Europa continentale, rendendo il cuore della finanza europea esposto agli attacchi delle agenzie di rating

Un downgrade degli Uk creerebbe panico tra gli operatori in quanto il pericolo percepito sulla patria della Regina non è alto. Questa possibilità renderebbe la sterlina ancor più debole nel medio-lungo termine

Fonte: JpMorgan Private Banking

Canary Wharf London
(Foto: Reuters / )
Il financial district di Londra, cuore della finanza mondiale
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci