• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Valentina Beli | 28.11.2012 22:28 CET

"Meno male che Silvio c'è" era il ritornello dell'inno del Pdl nella campagna elettorale del 2008. Ebbene, come nella miglior tradizione cinematografica, Silvio è tornato. Niente Primarie per il Pdl. Il 16 dicembre l'elettorato non dovrà recarsi alle urne e, secondo molti, neppure dopo.

Seguici su Facebook

Profetica la dichiarazione di Maurizio Lupi, che nel salotto di Porta a Porta aveva dichiarato: "Berlusconi torna in campo. A questo punto non si possono più tenere le primarie del Pdl il 16 dicembre".

I candidati rimangono con un pugno di mosche. E se Santanché & Company sono disposti a fare un passo indietro, la giovane Giorgia Meloni non si arrende. La spinta democratica che ha caratterizzato il Pd, in cui domenica prossima si giocherà il secondo tempo della partita per stabilire il nuovo premier, non ha affatto contagiato il Popolo della Libertà. Dopo la lunga tarantella di Berlusconi sulle note di 'mi candido anzi no, oppure forse', la  musica è finita: gli elettori di centro destra hanno poco da decidere: Silvio c'è.

 

LEGGI ANCHE:

Grillo blocca Flavia Vento su Twitter 

Pdl, in corsa una disabile laureata: 'Nessuno ne parla, forse perché non sono tutta seno e sedere' 

Uscita choc di Berlusconi: “cominciamo a stampare l’Euro con la nostra Zecca”
(Foto: Flickr / Eddypedro)
L'ex premier Silvio Berlusconi
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci