• Share
  • OkNotizie
  • +16
  • -3

Di Valentina Beli | 30.11.2012 10:43 CET

Napolitano si aumenta lo stipendio Watch Video

Il decreto taglia costi della politica è al palo anzi, rischia di decadere se non verrà convertito in legge entro il nove dicembre. Gli italiani sono tartassati da tasse e gli onorevoli non vogliono rinunciare ai vitalizi. La ciliegina sulla torta ce la mette il presidente Napolitano, che per il 2013 avrà uno stipendio gonfiato di quasi nove mila euro.

Seguici su Facebook

Alla cifra attuale infatti, pari a 239,192 euro, l'inquilino del colle aumenterà la somma di 8.835 euro. Scrive Bechis su Libero: "Il bel gesto evidentemente non è arrivato. Dopo anni di tagli ai costi della politica, la rabbia popolare e la scure calata anche dal governo di Mario Monti, l'unico a non avere tirato la cinghia nelle istituzioni italiane è Giorgio Napolitano. Certo, nessuno ha osato toccare lo stipendio personale del presidente della Repubblica, aspettando quel bel gesto che non è arrivato. Ma fa impressione scoprire che lo stipendio di Napolitano sarà l'unico in tutto il comparto pubblico ad aumentare nel 2013. La notizia è nascosta fra i trasferimenti del ministero dell'Economia sui costi della politica raccontati dalla tabella 2 allegata alla legge di stabilità". 

 

LEGGI ANCHE:

Sondaggio Swg: cala il M5S, vola il Pd 

Costi della politica: decreto al palo, il Cav rema contro 

Fornero: "I nostri figli sono viziatelli" 

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
(Foto: Reuters / Srdjan Zivulovic)
Giorgio Napolitano, Bdro, Svolenia, 10 luglio 2012.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +16
  • -3

Partecipa alla discussione

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci