• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di David Pascucci | 02.12.2012 17:50 CET

Un buon trader riesce a guadagnare tranquillamente cifre a 6 zeri in un anno, altri anche di più. Questo è quanto emerge dalle società di prop trading, società specializzate nella compravendita titoli a breve termine. Nel sito della SMB Capital, possiamo trovare delle ottime risposte riguardo questa attività, tanto redditizia quanto rischiosa e darwiniana.

Seguici su Facebook

Innanzitutto la percentuale dei trader perdenti oscilla tra l'80% e il 95%, una cifra dipendente dai mercati in cui si opera. La percentuale più alta dei perdenti è proprio nel mercato dei futures (95%), un mercato dove la presenza di investitori istituzionali e privati molto esperti è molto alta, un mercato molto difficle da battere.

Per guadagnare bisogna essere degli "elite performer" e non tutti sono in grado di fare ciò. I trader perdenti sono tali per i seguenti motivi:

  1. Molti non sono abbastanza qualificati
  2. Molti non sono allenati a dovere
  3. Alcuni non hanno passione per il trading e non riescono a sopportare il carico giornaliero
  4. La curva di apprendimento è molto difficile 
  5. Molti non hanno le skills adeguate 

Tra i requisiti principali di un trader vi è ovviamente quello di un'ottima dote analitico-quantitativa, necessaria per valutare le reazioni e i movimenti di mercato. Dote principale è la disciplina, requisito fondamentale per un'operatività continua e (forse) redditizia. Altro requisito di elevata importanza è la passione. Per fare trading ci vuole passione e motivazione in quanto è un lavoro rischioso (si può perdere più di quanto si ha) e logorante a lungo termine (non si può fare trading tutta la vita).

Abbiamo intervistato un trader per una società di prop trading di Londra il quale ci ha confidato: "L'obiettivo dei prop trader, almeno per i primi 2 anni, è quello di sopravvivere e di fare esperienza. Dopo questi 2 anni di sacrificio e apprendimento arriva il banco prova vero e proprio che consente ai più bravi di gudagnare anche svariati milioni di sterline in un anno. Ci sono due motti all'interno dell ambiente: "Go Big or Go Home"(punta in grande o vai a casa) e "No Pain, No Gain" (niente paura, niente guadagno). Un lavoro molto rischioso e redditizio, ma che a lungo termine può dare enormi soddisfazioni personali in termini finanziari e personali". Una dote fondamentale per fare trading? Conosci te stesso.

Trader
(Foto: Reuters / )
Trader in front of a screen
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci