• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Massimiliano Di Marco | 03.12.2012 17:49 CET

Microsoft sta incontrando diverse difficoltà nella diffusione di Windows 8. Non solo: i dati NPD hanno mostrato che i dispositivi venduti dal 26 ottobre, ossia dal giorno di lancio di Windows 8 e Windows Phone 8, sono il 21 per cento in meno rispetto a quelli registrati nello stesso periodo del 2011. Come abbiamo già riportato, le aziende stesse sembrano restie a introdursi alla nuova versione del sistema operativo a causa dell'interfaccia e di un generale restyling che richiederebbe di istruire nuovamente i dipendenti.

Seguici su Facebook

Information Week consiglia quindi cinque, condivisibili, modi attraverso cui Microsoft potrebbe risollevare le sorti di Windows 8. Innanzitutto abbassare i prezzi del Surface. È innegabile che il prezzo ufficiale a cui viene venduto il tablet della società di Redmond ha lasciato molti utenti dubbiosi. Come segnala Information Week allo stesso prezzo si può acquistare un iPad senza escludere anche l'offerta del Nexus 10 di Samsung e Google e il Kindle Fire HD di Amazon, che coniugano qualità e prezzo. Il secondo passo fondamentale sarebbe quindi quello di commercializzare quanto prima il top gamma Surface Pro previsto per dopo le festività, ma, soprattutto, di farlo a un prezzo conveniente e che possa dissuadere la clientela dall'affidarsi alla concorrenza.

Così come in Windows Phone 8, il marketplace di Windows 8 rimane, come quantità di applicazioni presenti, inferiore sia rispetto a iOS che ad Android. Gli aficionados del mondo applicazioni non trovano nei Surface un prodotto che possa soddisfare le proprie necessità. Al momento il numero di applicazioni è 20.000: troppo poco.

LEGGI ANCHE

Windows 8, vendute 40 milioni di licenze in un mese

Windows 8: analisti pessimisti, ecco le ragioni

Surface 2: emergono indiscrezioni sulle caratteristiche

Il quarto punto dolente riguarda l'unificazione dell'esperienza utente. Diverse applicazioni hanno elementi molto discostanti tra la versione Metro e quella desktop, come la stessa navigazione browser. Se da una parte tale scelta è condivibile, corretto contestualizzare l'estetica di un'applicazione in base alle caratteristiche del dispositivo, dall'altra porta spesso a sciocche incoerenze.

Infine, l'ultimo modo, secondo Information Week con cui Microsoft potrebbe migliorare la situazione di Windows 8, è riportarlo alle origini. Tale decisione significherebbe ammettere un fallimento dell'esperienza Metro e, in generale, dell'identità del nuovo sistema operativo, ma potrebbe salvarlo in calcio d'angolo. Riportare Windows 8 alle origini implicherebbe il ritorno del pulsante Start, una situazione che Al Hilwa, applications development software analyst presso IDC, ha previsto nel caso i risultati non migliorassero, e della Task Bar, mantenendo allo stesso tempo alcune parti funzionanti della nuova interfaccia.

Windows 8
(Foto: Microsoft / )
Windows 8
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci