• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • -1

Di C.F. | 04.12.2012 15:34 CET

Oltre la metà degli esodati causati dalla riforma delle pensioni targata Elsa Fornero è ancora senza copertura. Il Comitato nazionale dei contributori volontari ed il Comitato dei cosiddetti Quindicenni ha deciso vuole denunciare il ministro del Lavoro per danni e mobbing sociale.

Seguici su Facebook

 "Da ormai 12 mesi 130mila autorizzati alla contribuzione volontaria agli enti previdenziali (INPS ed INPDAP) e 65mila cosiddetti Quindicenni (disoccupati con 15-19 anni di contributi previdenziali versati per pensione minima di vecchiaia) vivono un vero e proprio inferno nel quale sono stati confinati dalla riforma delle pensioni - scrivono in un comunicato - Infatti a seguito della riforma le loro famiglie hanno vissuto (e stanno vivendo) un vero e proprio incubo vedendo irrimediabilmente compromesso il futuro e il loro presente avendo davanti ancora numerosi anni senza alcun reddito e senza la legittima pensione che è stata spostata nel tempo da 1 a 10 anni, o addirittura cancellata come nel caso dei "quindicenni", anni durante i quali queste famiglie non sapranno di che vivere".

I comitati hanno dato mandato di procedere allo studio legale Alleva di Bologna. "Un vero e proprio accanimento da dodici mesi a questa parte. Siamo quelli che abbiamo subito più pesantemente gli effetti della riforma. Dietro di noi non ci sono sindacati o associazioni che fanno pressing sul governo" ha dichiarato Francesco Fiore, del Comitato nazionale dei contributori volontari, all'Huffington Post.

il ministro del lavoro Elsa Fornero
(Foto: Reuters / reuters)
l ministro del Lavoro Elsa Fornero
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci