Diana Vreeland, l'imperatrice della moda raccontata in un film

Di Giulia Bazzocchi | 05.12.2012 17:52 CET
Dimensione testo + -

S'intitola "Diana Vreeland: the eye has to travel" ed è il film documetario dedicato a Diana Vreeland, iconica figura nel mondo della moda, nata nel 1903 e deceduta nel 1989. L'uscita nelle sale è prevista per il prossimo 6 dicembre. Distribuito da Feltrinelli Real Cinema, è stato presentato alla 68esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, firmato da Lisa Immordino Vreeland, moglie del nipote di Diana.


Credits: Official Website (dianavreeland.com)

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Il film vuole essere un racconto biografico e celebrativo sia della vita privata di Diana Vreeland, sia della sua carriera come "imperatrice della moda" prima nel ruolo di caporedattrice di Harper's Bazaar, poi alla direzione di Vogue America, senza dimenticare gli anni trascorsi come direttrice del Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York. A lei si deve l'invenzione del bikini e l'avvento del blue-jeans. Ha lanciato Twiggy ed è stata fida consigliera di Jackie Onassis.

Ha saputo dare un'impronta diversa al mondo della moda sfruttando sapientemente i momenti, i luoghi, i fenomeni di costume più importanti del secolo, dalla Belle Epoque di Parigi alla New York degli anni Venti; dalla swinging London all'America di Kennedy. Il grande fotografo Richard Avedon  la chiamava affettuosamente la sua "pazza zia" e diceva che lei era l'unica redattrice di moda geniale tanto che, è riuscita a fare vivere ad Harper's Bazaar e a Vogue un periodo straordianario caratterizzato da una vera e propria rivoluzione culturale nel campo dell'editoria della moda. 

La pellicola è un'esclusiva italiana di Feltrinelli Real Cinema e la prossima primavera verrà distribuita anche in un'edizione homevideo dvd+libro.

 

 

DV
Credits: Official Website (dianavreeland.com)
Join the Conversation
IBTimes TV

Più popolari