• Share
  • OkNotizie
  • +8
  • 0

Di Luca Marra | 06.12.2012 15:17 CET

Lo hobbit: un viaggio inaspettato. Videorecensione Watch Video

Lo hobbit: un viaggio inaspettato e inaspettata è anche l'accoglienza statunitense dei critici. Il viaggio di Bilbo e della pellicola stessa è partita da Wellington che ha accolto il film come "gloria" nazionale e adesso è partito per il mondo: in Italia fa tappa il 13 dicembre.

Seguici su Facebook

Gli aggregatori di recensioni più famosi degli Stati Uniti: rottentomatoes e metacritic danno una media voti non troppo distante: 76% sulle 25 recensioni pervenute con una media voto di 6,9 mentre per metacritic il film supera appena la sufficienza 66 su 6 recensioni pervenute finora. Dai numeri alle parole: anche qui l'altalena dei giudizi è bella ripida. Matthew Leyland di Total Film promuove a pieni voti Lo Hobbit: «incantevole, tecnicamente audace, praticamente tutto quello che ti aspetti da Peter Jackson», un giudizio analogo lo dà Rodrigo Perez di The Playlist mentre Todd McCarthy e Peter Debruge critici di due dei più importanti magazine di cinema a stelle e strisce sono più misurati. McCarty per The Hollywood Reporter spiega che « The Hobbit sarà una delizia per i puristi, per i fan del Signore degli Anelli. Non manca lo spettacolo ma il film, specialmente nella prima parte, è piatto e tedioso», per Debruge di Variety «Jackson e compagni sembrano obbligati ad aggiungere, arricchire il mondo de Il signore degli anelli con scene più adatte per extra dei dvd (o meglio ometterle proprio)  che non giustificano completamente una seconda saga».

Caryn James di James on ScreenS apre una pagina critica del film: l'aspetto tecnico, Jackson ha girato Lo Hobbit in "High Frame Rate 3D", un nuovo protocollo tecnico con riprese a 48 fotogrammi al secondo, il doppio della velocità tradizionale, la James spiega: «Grazie a Dio per Martin Freeman, che fa Bilbo [...]. In caso contrario, il film è così impressionato dalla sua ingegnosità tecnica che il carattere e la storia svaniscono» La chiusura finale nella recensione di James Rocchi di Boxoffice.com è abbastanza chiara: «Ma la vostra ricerca di epica, di cinema veramente divertente sarà più efficace se rimarrete a casa.»

Come già anticipato quindi già dalla grande mole di news pre uscita il nodo tecnico nel film di Jackson sarà centrale, bisognerà capire se anche per il pubblico il nuovo protocollo influenzerà negativamente l'intrattenimento e la storia, oppure se rimarrà solo materia da dibattere per gli addetti ai lavori. Insomma, se la tecnica servirà il film o il film servirà la tecnica. 

Fonte:  rottentomatoes metacritic 

LEGGI ANCHE:

Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato: Wellington in festa per la prima del film


"Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato": scatta il countdown per l'uscita


The Hobbit: cosa aspettarsi dalla trilogia

 

 

Martin Freeman ne "Lo Hobbit - un viaggio inaspettato"
(Foto: Warner Bros / )
Martin Freeman è Bilbo Baggins ne "Lo Hobbit - un viaggio inaspettato"
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Rate this Story
  • +8
  • 0
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

Partecipa alla discussione