• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 08.12.2012 12:06 CET

Cerchiamo di riassumere in un unico articolo tutte le indicazioni finora diramate in maniera ufficiale sullo svolgimento della prova preselettiva del concorso in ottemperanza del DDG n. 82 del 24 settembre 2012, le cui prove preselettive si terrano il 17 e 18 dicembre. Quindi vediamo le sedi e le sessioni dei candidati (anche non inclusi negli elenchi), a che ora presentarsi, cosa è vietato introdurre (ammesse carta e penna), i documenti necessari, come si svolge la prova, ferie o permesso per non perdere la giornata di servizio. Cerchiamo di rispondere a tutti questi quesiti.

Seguici su Facebook

Concorso scuola, le soluzioni ai 3500 quesiti della banca dati ufficiale del Miur [DOWNLOAD] 

Sedi e sessioni dei candidati

Sono consultabili a questo link

Il 06 dicembre il Ministero ha diramato un avviso con il quale avverte i candidati che "il calendario della prova preselettiva potrebbe subire delle modifiche per sopraggiunta indisponibilità delle aule o per cause di forza maggiore legate all'organizzazione della prova medesima".

Si invitano, pertanto, i candidati a voler controllare il calendario fino alla data prevista per lo svolgimento della prova." L'avviso.

Ecco il testo dell'avviso:

Roma, 6 dicembre 2012

AVVISO

OGGETTO: Concorso personale docente - D.D.G. n. 82 del 24 settembre 2012. Prove preselettive.

Si avvisano i candidati che il calendario della prova preselettiva potrebbe subire delle modifiche per sopraggiunta indisponibilità delle aule o per cause di forza maggiore legate all'organizzazione della prova medesima.

Si invitano, pertanto, i candidati a voler controllare il calendario fino alla data prevista per lo svolgimento della prova.

La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, comunque giustificata e a qualsiasi causa dovuta, comporta l'esclusione dal concorso sulla base di quanto disposto all'art. 5 comma 8 del bando di concorso.

Il presente avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Seppure con un succevviso avviso nella stessa giornata il Ministero abbia cercato di stemperare l'allarmismo che tali parole hanno suscitato, avvertendo che: "Il calendario delle prove dunque resta confermato. I candidati, come sottolineato dalla nota pubblicata oggi sul sito del Miur, sono invitati a titolo puramente precauzionale e, come già indicato nello stesso bando di concorso, a controllare il calendario personale fino alla data prevista dello svolgimento della prova. Dato l'elevato numero dei partecipanti e degli istituti coinvolti, l'indicazione delle aule potrebbe subire - seppur in casi isolati - qualche variazione dovuta esclusivamente ad eventuali eventi atmosferici o ad altri eventi comunque esterni al meccanismo del concorso stesso", alcuni candidati hanno già subito degli spostamenti, per cui è bene tenere sotto controllo la pagina.

Conta quanto indicato, in via ufficiale, nella pagina linkata sopra.

Sedi e sessioni per candidati non inclusi negli elenchi ufficiali

Potranno essere ammessi a sostenere la prova preselettiva i candidati che pur non comparendo nell'elenco ufficiali, abbiano presentato regolare domanda (telematica o cartacea) e siano muniti di ordinanze o di decreti cautelari dei giudici amministrativi a loro favorevoli (negli avvisi degli USR ci sono le singole indicazioni sulla sede in cui presentarsi se si rientra in questa tipologia).

Il Tar Lazio ha dato ragione ai legali Fabio Ganci e Walter Miceli dell'ANIEF che, in un ricorso patrocinato dall'associazione per una ricorrente che intendeva cambiare classe concorsuale e ordine dalla scuola media a quella superiore, aveva fatto ricorso avverso il procedimento di esclusione dopo aver inviato una domanda cartacea a causa della procedura telematica predisposta dall'amministrazione.

Il nuovo successo ottenuto dall'associazione professionale e sindacale segue quello per l'ammissione dei laureati negli ultimi dieci anni non abilitati. "Avevamo ragione - commenta Marcello Pacifico, presidente ANIEF -, il concorso è nato sotto una cattiva stella e fa acqua da tutte le parti".

"La prossima sfida del sindacato - continua Pacifico - riguarda adesso la soglia del test per passare alle prove successive: 35 punti su 50 per i candidati che svolgeranno le preselezioni tra il 17 e il 18 dicembre, mentre per l'ANIEF ne sarebbero bastati 30 su 50 visto che il legislatore ha fissato a 6 su 10 il punteggio minimo per accedere allo step successivo".

Cosa significa ammesso con riserva. Nella nota diramata dal Codacons il presidente Carlo Rienzi spiega che i ricorrenti in oggetto avevano promosso ricorso avverso l'esclusione dalla partecipazione al bando (non sappiamo se il riferimento possa essere all'esclusione dei docenti di ruolo o dei candidati in possesso di laurea conseguita dopo l'a.a. 2001/02 per corsi quadriennali o 2002/03 quinquennali).

La sezione III bis del TAR nell'ordinanza di accoglimento della domanda cautelare scrive "Considerato che, secondo quanto si legge sul sito istituzionale del ministero dell'Universita' e della ricerca, lo svolgimento della prova preselettiva si terra' nei giorni 17 e 18 dicembre 2012; ritenuto che, seppur ad un sommario esame, appaiono sussistenti i presupposti ex articolo 56 c.p.a. per l'accoglimento della domanda cautelare monocratica atteso che la prima camera di consiglio per l'esame dell'istanza cautelare puo' essere fissata solo per il 10 gennaio 2013". Tutto cio' considerato il Tar decide di "ammettere con riserva i ricorrenti indicati in epigrafe a sostenere la suddetta prova selettiva".

Pertanto i candidati oggetto di questa ordinanza potranno svolgere le prove preselettive del 17 e 18 dicembre in forza di questo provvedimento del Tribunale.

Ma, si chiedono molti altri candidati che, pur non possedendo i requisiti, sono inclusi negli elenchi diramati dal Ministero Sedi e sessioni dei candidati , come si spiega ciò? L'inserimento del loro nominativo nell'elenco dei 321.000 candidati al concorso docenti 2012 può essere considerato legittimo?

In realtà bisogna precisare che il Ministero stesso aveva chiarito nel bando di concorso che non ci sarebbero state preclusioni alla partecipazione alla prova preselettiva (a meno che il candidato non abbia ricevuto comunicazione di esclusione) e che il controllo del titolo di accesso avverrà solo per coloro che supereranno la prova preselettiva. Pertanto chi si appresta a svolgere la prova preselettiva lo fa o perchè è in regola con i requisiti richiesti del bando, o li contesta, e nel momento in cui il Ministero controllerà il titolo di accesso decretando l'esclusione dal concorso potrà vantare un provvedimento giudiziario che ribalta tale decisione (o avrà avviato un percorso in questo senso).

Richiesta modifica sede svolgimento prova preselettiva

A quanto risulta ad OrizzonteScuola non sono state concesse modifiche delle sedi assegnate, per non stravolgere gli elenchi già pubblicati. In ogni caso bisogna contattare i referenti regionali. Vediamo l'avviso.

Con avviso del 26 ottobre 2012 il Ministero comunica l'elenco dei referenti regionali che hanno il compito di gestire la procedura di cui al DDG n. 82 del 24 settembre 2012, facilitare la presentazione on line delle domande di partecipazione e assicurare ai candidati la più ampia assistenza e informazione.

AREA Istruzione Canali Personale scuola Concorso personale docente - referenti regionali

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 
Dipartimento per l'Istruzione

Roma, 26 ottobre 2012

AVVISO

Oggetto: Concorso per titoli ed esami per l'accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell'infanzia, primaria, secondaria di primo grado e secondo grado, indetti con decreto del Direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012

In allegato l'elenco dei referenti regionali individuati per la gestione delle procedure concorsuali in oggetto e per facilitare la presentazione on line delle domande di partecipazione, nonché per assicurare ai candidati la più ampia assistenza e informazione.

L'allegato

 

A che ora presentarsi per la prova

Gli USR stanno diramando gli avvisi relativi alla gestione della prova preselettiva, con l'indicazione dell'ora alla quale presentarsi.

Come richiesto da Orizzonte Scuola, gli USR stanno diramando gli avvisi relativi alla gestione della prova preselettiva, con l'indicazione dell'ora alla quale presentarsi. Articolo in aggiornamento

Ricordiamo che le prove preselettive per il concorso a cattedra DDG n. 82 del 24 settembre 2012 si svolgeranno il 17 e 18 dicembre secondo il calendario emanato dal Miur e consultabile a questo link

Sono previsti, per ogni giornata, 4 turni

ore 9.00 - 10.30

ore 11.30 -13-00

ore 15.00 - 16.30

ore 17.30 - 19.00

Gli avvisi finora pervenuti raccomandano ai candidati di presentarsi nella sede stabilita almeno 30 minuti o un'ora prima dell'inizio del turno al quale si è assegnati. (controllare l'avviso della regione in cui si svolge la prova). In particolare si richiama l'attenzione su quanto disposto dall'art. 5 comma 8 del bando di concorso "La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, comunque giustificata e a qualsiasi causa dovuta, comporta l'esclusione dal concorso".

Si fa presente inoltre che non è possibile operare modifiche delle sedi assegnate su richiesta dei candidati, per via della pubblicazione già avvenuta.

E' necessario presentarsi alla prova muniti di documento di identità in corso di validità e di codice fiscale.

Potranno sostenere le prove i candidati il cui nome risulta regolarmente inserito nell'elenco pubblicato dal Ministero. Unica eccezione per coloro che sono in possesso di istanza cautelare o decreto presidenziale favorevole. In questo caso i singoli USR stanno diramando le istruzioni operative per gli abbinamenti nelle sedi.

Avviso Emilia Romagna

Avviso Piemonte

Avviso Umbria (manca l'indicazione dell'ora)

Avviso Veneto

I documenti necessari

E' necessario esibire un documento di identità in corso di validità e il codice fiscale

E' vietato introdurre

In base all'art. 5 comma 9

"9. Durante lo svolgimento della prova i candidati non possono introdurre nella sede di esame carta da scrivere, appunti manoscritti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo, telefoni portatili e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati, né possono comunicare tra loro. In caso di violazione è disposta l'immediata esclusione dal concorso."

Durante la prova sono invece ammesse carta e penna messe a disposizione dalla Commissione

Sono ammesse carta e penna.  Prot. n. AOODGPER. 8899/bis Roma, 23 novembre 2012.

Ai DIRETTORI GENERALI
degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Oggetto: Prova di preselezione del concorso per il reclutamento del personale docente di cui al D.D.G. N. 82 DEL 24.9.2012 - Indicazioni.

Con avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 novembre 2012 è stato comunicato, fra l'atro, che la prova di preselezione del concorso richiamato in oggetto si svolgerà il 17 e 18 dicembre p.v..
Al fine di assicurare l'uniformità dei comportamenti da tenere nella fase di organizzazione e svolgimento della predetta, si forniscono le seguenti indicazioni operative che tengono conto anche delle osservazioni e richieste di chiarimenti pervenute dalle SS.LL..

Preliminarmente, si conferma l'indicazione già fornita nella riunione dell'8 novembre u.s. riguardante l'opportunità di sospendere l'attività didattica nelle scuole sedi di svolgimento della prova, salvo che la situazione concreta e logistica consenta di svolgere la stessa prova senza intralcio alle predette attività.

INDICAZIONI OPERATIVE

Assicurare che i comitati di vigilanza siano presieduti dal dirigente dell'istituzione scolastica sede della prova (o dal vicario in caso di malattia oppure di reggenza, qualora il dirigente sia titolare di altro istituto sede di concorso) e composti da due referenti (tecnico e amministrativo) per ciascuna aula impegnata e da altri due soggetti scelti tra il personale della scuola e di codesti uffici. Per ogni comitato deve essere individuato un componente con funzioni di segretario. Per il regolare svolgimento della prova i suddetti comitati si avvalgono di un numero congruo di personale addetto a compiti di sorveglianza ed assistenza interna;

Verificare con il massimo rigore che non sussistano cause di incompatibilità nella nomina dei Presidenti e dei membri dei Comitati di vigilanza, ai sensi dell'articolo 9 del DPR n. 487 del 1994;

Sensibilizzare i comitati di vigilanza sulla necessità che le operazioni di riconoscimento dei candidati siano compiute da parte dei referenti amministrativi d'aula con il massimo rigore e nel rispetto di quanto previsto dal comma 8, dell'articolo 5 del DDG n. 82 del 24 novembre 2012 (verificare che i candidati siano muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale);

Verificare che siano ammessi a sostenere la prova, se non presenti negli elenchi degli aspiranti che hanno inoltrato regolare domanda di partecipazione al concorso, solo i candidati muniti di ordinanze o di decreti cautelari dei giudici amministrativi a loro favorevoli;

Assicurare la più completa vigilanza da parte delle Forze dell'Ordine su tutte le scuole nelle quali si svolgono le prove preselettive, in vista di un'eventuale superaffluenza di candidati e di probabili azioni dimostrative di candidati non ammessi, contattando il Prefetto ed il Questore competente.

Allertare i Presidenti dei Comitati di vigilanza affinché rendano possibile lo svolgimento della prova anche nel caso di una superaffluenza di candidati dovuta alla emissione di provvedimenti cautelari favorevoli nell'immediata prossimità delle date della prova.

Assicurare una congrua dotazione di fogli di carta bianca e di penne da rendere disponibile presso ogni postazione informatica;

Assicurare che i presidenti dei comitati, con l'ausilio dei referenti d'aula, invitino i candidati a prestare massima attenzione alle istruzioni necessarie per l'utilizzo delle postazioni informatiche e alle avvertenze relative al corretto svolgimento della prova, ivi compresa quella relativa al divieto assoluto di lasciare l'aula durante e prima della conclusione della stessa;

Assicurare la presenza di un adeguato sistema di comunicazione, in particolare in via telematica, che garantisca l'immediata segnalazione da parte dei Presidenti dei Comitati di Vigilanza al Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale della chiusura delle operazioni di ingresso dei candidati nelle aule per ciascuna sessione di esame.

Inoltre, con riguardo a quanto disposto dall'articolo 5, comma 5, del citato DDG N. 82 circa la visualizzazione immediata dei risultati della prova, si richiama l'attenzione sulle seguenti avvertenze:

a) nel momento in cui per tutti i candidati si sia esaurito il tempo a disposizione per lo svolgimento della prova, i referenti tecnici d'aula provvederanno ad acquisire da ciascuna postazione informatica la prova stessa mediante scarico su apposita pen drive;
b) soltanto al termine delle operazioni sub a) su ciascuna postazione informatica sarà visualizzato il risultato della prova;
c) durante la fase di cui al punto a) i candidati sono tenuti a non lasciare per alcuna ragione la propria postazione e ad attendere i risultati senza ostacolare in nessun modo le operazioni di acquisizione delle prove.

Si raccomanda, altresì, la massima attenzione delle SS.LL. sulla necessità che ai candidati con disabilità vengano assicurati tutti gli ausili previsti dalla normativa vigente e previamente concordati con gli interessati, anche avvalendosi dei supporti tecnici e dell'assistenza forniti dalle associazioni dei disabili.

Si prega di segnalare in tempo utile ogni particolare dell'intera procedura di preselezione che a proprio giudizio possa presentare elementi di criticità, anche durante la prova preselettiva ai seguenti numeri:
- Segreteria Direttore Generale per il Personale Scolastico Tel. 06/58492926 - 4990;
- Ufficio III - Direzione Generale per il Personale Scolastico 06/58492338 - 2945
- Ufficio IV - Dipartimento Istruzione 06/58492862 - 3088

Si rammenta infine che è prevista per il giorno 5 dicembre p.v. l'effettuazione di una simulazione per l'installazione del software in tutte le aule precedentemente individuate, che si ripeterà in data 12 dicembre p.v..

Per agevolare le SS.LL. si allega un fac simile di verbale che i comitati di vigilanza dovranno redigere e sottoscrivere al termine di ciascuna giornata di prove.

F.to IL DIRETTORE GENERALE
Luciano Chiappetta

La circolare del Miur indirizzata agli UU.SS.RR.

 

La batteria dei test

Il Ministero ha messo a disposizione il simulatore della batteria dei test, utile per esercitarsi.

l simulatore batteria test  

A QUESTO SITO E' POSSIBILE SCARICARE TUTTO l'elenco delle domande in formato pdf suddivise per tipologia e ordinate per prova d'esame. I quiz sono aggiornati al 06/12/2012 (ultimo aggiornamento del MIUR). 

Contiene l'archivio dei 3.500 quesiti da cui saranno estratti quelli della prova ufficiale del 17 e 18 dicembre. La prova ufficiale presenterà per ciascun candidato 50 quesiti (da svolgere in 50 minuti) scelti in modalità random tra i 3.500 proposti per l'esercitazione. I quesiti sono a risposta multipla con 4 opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti

Capacità logiche 18 quesiti 
Capacità di comprensione del testo 18 quesiti 
Competenze digitali 7 quesiti 
Conoscenza della lingua straniera (a scelta del candidato tra francese, inglese, tedesco o spagnolo) 7 quesiti

Tempo a disposizione per lo svolgimento della prova preselettiva: 50 minuti. Al termine del tempo stabilito il sistema interrompe la procedura e acquisisce unicamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento. Durante lo svolgimento della prova le risposte già fornite potranno essere corrette, fino all'acquisizione definitiva (è dunque necessario avere sempre idea del tempo ancora disponibile).

Come verranno conteggiate le risposte

La risposta corretta 1 punto 
La risposta non data 0 punti 
La risposta errata - 0,5 punti

Si supera la prova con 35/50. Se non si supera la prova si è esclusi dalle prove successive. Il punteggio acquisito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale nella graduatoria di merito.

La simulazione del Ministero prevede 70 batterie di test con 50 quesiti ciascuna. Per poter svolgere le esercitazioni è necessario avere installato una versione aggiornata del Plugin Java (per verificare se non disponi della versione corrente ed aggiornarlo accedi al sito di Java.com). L'attivazione dell'esercitatore prevede l'apertura in una nuova finestra, per procedere attiva "consenti popup per questo indirizzo".

Anche se hai già sostenuto un test su un modulo di verifica potrai in ogni momento ripeterlo. Inoltre l'esercitatore che hai a disposizione è analogo allo strumento che verrà utilizzato il 17 e il 18 dicembre per la somministrazione della prova preselettiva.  L'esercitazione, così come la prova preselettiva vera e propria, si concluderà dopo 50 minuti.  Solo per l'esercitazione, potrai concludere il test prima dello scadere dei 50 minuti solo se avrai risposto a tutte le domande. 

Un modulo contiene sempre le stesse domande, ma ogni volta sono presentate in ordine diverso.  In questa maniera, esercitandosi con tutti i moduli disponibili, è possibile prendere visione di tutte le domande che compongono l'archivio. 

E' possibile accedere alla pagina sia come utente anonimo (cliccando semplicemente sul numero dell'esercitazione, sia con codice fiscale. Nel secondo caso comparirà anche un riepilogo di giorno e sede della prova, e sarà possibile avere uno storico delle esercitazioni compiute. 

Il primo passo è quello di scegliere la lingua indicata nel modello di domanda (pulsante in alto). Se lo si dimentica il sistema comunque avverte e non fa andare avanti.  Se non si risponde ad una domanda il sistema avverte che non è stata selezionata alcuna risposta, e che se ci sarà ancora tempo sarà possibile ritornare sulla domanda successivamente, prima dell'invio finale. Si deve rispondere se procedere o meno (si consideri che tale box comparirà ad ogni domanda lasciata in bianco, anche durante la prova ufficiale).  In basso sempre presenti i pulsanti 

  • Torna alla domanda precedente 
  • Cancella risposta
  • Vai alla pagina di riepilogo
  • Conferma e procedi

Quando si accede una seconda volta alla stessa batteria di test (es. n.1)  vengono riprodotte le stesse domande, ma con ordine diverso. Anche le riposte presentano una modalità di ordine diversa. Questo serve a riprodurre la prova ufficiale, in cui sia sequenza di domande che risposte saranno random. 

Durante la prova viene segnato il tempo (50 minuti). Non è possibile interrompere la prova prima dei 50 minuti se non si risponde a tutte le domande. Solo se si è già risposto a tutte le domande, puoi cliccare su Vai alla pagina di riepilogo prima dei 50 minuti

Le Faq del Ministero sulla prova preselettiva

In seguito ad alcune segnalazioni il Ministero ha corretto (pur senza darne avviso) alcune domande. Vediamo quali sono. La comunicazione è stata effettuata da OrizzonteScuola.

Nonostante non ci siano comunicazioni ufficiali in merito i candidati al concorso ci segnalano che il Miur nella giornata di ieri 5 dicembre ha aggiornato le 3.500 domande della batteria utile per la prova preselettiva modificando o correggendo alcuni quesiti segnalati come non corretti.

Riportiamo le batterie corrette. Per nessuna domanda risultano variate le soluzioni.

Batteria 4 
2751 : Corretti i possibili risultati. Sono state aggiunte le migliaia. Ad esempio la risposta corretta che prima risultava essere 1,8 adesso è 1800

7300 : La parola sur è stata corretta con soeur

4177 : Aggiunta la parola euro alle cifre

Batteria 6 
2609 : Aggiunta la parola euro alle cifre 

Batteria 7
 
1536 : Eliminato il tag

Batteria 8 
1616 : Eliminato il tag

Batteria 12 
7593 : Aggiunta la parola euro alle cifre

7563 : Aggiunta la parola euro alle cifre

Batteria 15 
1970 : Domanda completamente eliminata

Batteria 21 
7589 : Aggiunta la parola euro alle cifre

Batteria 28 
7266 : La parola sur è stat corretta con soeur

Batteria 32 
7626 : Aggiunta la parola euro alle cifre

Batteria 34 
5500 : la scritta ?oben ohne" è diventata "oben ohne"

Le segnalazioni indicate non sono quindi ufficiali, consigliamo ai lettori di verificare personalmente.

Il Ministero mette a disposizione un form per la segnalazione di errori o eventuali ambiguità.

Partecipare alla prova: permesso o ferie? Cosa conviene?

Molti dei candidati che il 17 o il 18 dicembre parteciperanno al concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012 dovranno usufruire di allontanarsi dal servizio per quella giornata. Analizziamo le possibilità di richiedere un permesso o un giorno di ferie (o più giorni, per chi dovrà contestualmente affrontare uno spostamento).

Permesso o ferie per il giorno della preselettiva?

Il CCNL 2006 2009 prevede all'art. 19 specifici permessi per esame per i docenti a tempo determinato (abilitati e non abilitati, indipendentemente dalla durata del contratto)

"7. Al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato, ivi compreso quello di cui al precedente comma 5, sono concessi permessi non retribuiti , per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio. Sono, inoltre, attribuiti permessi non retribuiti, fino ad un massimo di sei giorni, per i motivi previsti dall'art.15, comma 2"

Quindi 8 giorni non retribuiti, compresi i giorni per il viaggio.

La conseguenza della mancata retribuzione è esposta al comma 8: "I periodi di assenza senza assegni interrompono la maturazione dell'anzianità di servizio a tutti gli effetti."

Questo significa che in quella giornata di permesso, oltre a non ricevere la retribuzione, al docente a tempo determinato, viene interrotto il contratto, conteggiato un giorno in meno di contribuzione figurativa. Quando il servizio dovrà essere dichiarato per l'aggiornamento dei punteggi nelle graduatorie, bisognerà staccare i due periodi, avendo cura di indicare lo stacco.

L'alternativa al permesso non retribuito è il giorno di ferie. Le ferie sono disciplinate sempre dall'art. 19 comma 2 "Le ferie del personale assunto a tempo determinato sono proporzionali al servizio prestato. Qualora la durata del rapporto di lavoro a tempo determinato sia tale da non consentire la fruizione delle ferie maturate, le stesse saranno liquidate al termine dell'anno scolastico e comunque dell'ultimo contratto stipulato nel corso dell'anno scolastico. La fruizione delle ferie nei periodi di sospensione delle lezioni nel corso dell'anno scolastico non è obbligatoria. Pertanto, per il personale docente a tempo determinato che, durante il rapporto di impiego, non abbia chiesto di fruire delle ferie durante i periodi di sospensione delle lezioni, si dà luogo al pagamento sostitutivo delle stesse al momento della cessazione del rapporto."

Il giorno di ferie viene pertanto retribuito nell'immediato, ma scalato (fino all'a.s. 2011/12) dai giorni di ferie non goduti in pagamento alla fine del contratto.

Inoltre, mentre il permesso deve essere attribuito (si presenta la domanda e il dirigente la convalida), il giorno di ferie deve essere concesso dal Dirigente e non deve implicare oneri per la scuola, pertanto le sostituzioni non possono essere coperte con supplenze a pagamento.

I docenti che usufruiscono dei permessi per diritto allo studio relativi all'a.s. 2012 non possono usufruire di uno di questi, poichè non l'espletamento del concorso non rientra nella tipologia di corso per cui i permessi sono stati concessi.

Se le circostanze sono tali (ad es. convocazione in sessione pomeridiana e breve spostamento), il docente potrebbe usufruire di un permesso breve, come indicato dall'art. 15 comma 1: "brevi permessi di durata non superiore alla metà dell'orario giornaliero individuale di servizio e, comunque, per il personale docente fino ad un massimo di due ore".

In questo caso entro i due mesi lavorativi successivi, il docente dovrà recuperare le ore, prioritariamente con riferimento alle supplenze o allo svolgimento di interventi didattici integrativi, con precedenza nella classe dove avrebbe dovuto prestare servizio il docente in permesso. Solo nei casi nei casi in cui non sia possibile il recupero per fatto imputabile al dipendente, l'Amministrazione provvede a trattenere una somma pari alla retribuzione spettante al dipendente stesso per il numero di ore non recuperate.

Per il personale docente l'attribuzione dei permessi è subordinata alla possibilità della sostituzione con personale in servizio. Le altre soluzioni (diversa distribuzione del carico giornaliero di ore, cambio del giorno libero) vanno contrattate all'interno della singola istituzione scolastica, prendendo in considerazione la prassi e la disposizione delle parti.

I docenti a tempo indeterminato e il personale Ata che ha necessità di fruire del permesso faranno invece riferimento agli art. del CCNL che prevedono la possibilità di permesso retribuito per la partecipazione ad esami.

 

[Via: OrizzonteScuola]

 

LEGGI ANCHE

Concorso scuola, le soluzioni ai 3500 quesiti della banca dati ufficiale del Miur [DOWNLOAD] 

Concorso scuola, i sindacati vogliono le risposte ai quesiti della prova preselettiva 

Concorso scuola, disponibile il modulo segnalazioni. Attenzione alla falla di Java 

Concorso scuola, cambia il simulatore on-line: ora è possibile vedere gli errori 

Concorso scuola: tutto sulla prova preselettiva [GUIDA] 

Concorso scuola, disponibile la batteria dei test e il calendario delle prove [GUIDA]

Concorso scuola, 17 e 18 dicembre le prove preselettive. Dal 27 novembre disponibile la batteria dei test

Concorso scuola, ecco come presentare le domande a Presidente e commissario 

La scuola cade a pezzi ma il MIUR investe 739mila euro per 19 "pillole del sapere". Report indaga

Concorso scuola, il Tar lazio ha ammesso i laureati non abilitati. Cosa succederà ora? 

Concorso scuola, il Tar lazio ammette i laureati non abilitati. TFA inutile?

Concorso scuola: 321.210 le domande presentate, la metà riguarda posti nel Sud 

Concorso scuola, ultimi chiarimenti sulla compilazione della domanda [GUIDA] 

Concorso scuola: 274.000 le domande presentate, sito del MIUR in tilt 

Concorso scuola, il 7 Novembre scadono le domande [GUIDA ALLA COMPILAZIONE] 

Concorso scuola, facciamo chiarezza [FAQ MINISTERO + FAQ USR UMBRIA] 

Concorso scuola, l'Italia dei Valori chiede la sospensione

Concorso scuola, come affrontare la prova preselettiva [LINK PER ESERCITARSI] 

Concorso scuola e TFA: "questo matrimonio non s'ha da fare"

Concorso scuola: domande entro il 07 novembre, ma i titoli potranno essere inseriti fino al 21 

Concorso scuola, inserita dal Miur la sezione per la dichiarazione dei titoli valutabili 

Concorso scuola, vediamo come fare ricorso al TAR del Lazio [GUIDA + FAQ AGGIORNATA]

Concorso scuola, nuovi importanti chiarimenti pubblicati dal Ministero [FAQ AGGIORNATA] 

Concorso scuola, vediamo tutti i chiarimenti pubblicati dal Ministero [FAQ]

Concorso scuola, vediamo gli errori giuridici commessi. Possibile l'annullamento dalla Corte Costituzionale

Concorso scuola, già 16.000 le domande presentate [LINK PER ESERCITARSI]

Concorso scuola, partite le iscrizioni online. Vediamo come iscriversi [VIDEO GUIDA] 

Concorso scuola, da sabato 6 Ottobre il via alle iscrizioni online [COME ESERCITARSI]

Concorso scuola, svista del MIUR sui limiti di età imposti. Ecco come fare ricorso 

Concorso scuola, l'Anief ricorre al Tar Lazio per ammettere i laureati tra il 2001 e il 2012. Il Cobas: "Va abolito" 

Concorso scuola, vediamo le zone d'ombra della riforma voluta dal Ministro Profumo 

Concorso scuola, facciamo chiarezza sul bando [GUIDA] 

Concorso scuola, finalmente è uscito il bando in Gazzetta Ufficiale 

Concorso scuola, oggi il bando per reclutare 11.542 docenti. Vediamo i dettagli 

Concorso scuola, ecco la bozza del bando 

Scuola, ancora smentite per il "concorsone": 12mila assunzioni in tre anni e un concorso ogni anno? 

Scuola, ecco quale sarà il destino dei docenti in esubero e dei precari 

Profumo dice addio alle graduatorie: gli insegnanti saranno reclutati solo tramite concorso

Concorso per docenti 2012: prova preselettiva telematica e quote giovani. I vincitori del 1999 annunciano battaglia

Concorso pubblico per docenti: quali requisiti occorrono per accedervi?

 

 

Scuola
(Foto: Reuters / Tony Gentile)
Scuola
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci