• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • -2

Di Candido Romano | 08.12.2012 12:38 CET

iPhone 6 non vedrà la luce probabilmente per altri 18 mesi. Apple ha rilasciato da poco iPhone 5 e in realtà già si parla di un upgrade della tecnologia con la nuova versione che probabilmente sarà lanciata durante la metà del 2013, battezzato con poca fantasia iPhone 5S dai media. Rilasciato da poco infatti si fa per dire, dato che nel mondo tech tutto corre veloce, la concorrenza è spietata e i produttori si affrettano a registrare brevetti per nuove tecnologie, almeno quando non sono impegnati a farsi causa in tribunale per svariati miliardi di dollari.

Seguici su Facebook

Già sono emerse le prime immagini della presunta scocca di iPhone 5S, mentre voci si rincorrono sul fatto che Samsung rivoluzionerà il mercato nel 2013 lanciando dispositivi con display flessibili e indistruttibili già nel corso del 2013. Alcuni parlano di Galaxy S4 ma è troppo presto per dare conferme. Il dato concreto è che, mentre leggete queste righe, Apple sta pensando al melafonino di "dopodomani", iPhone 6: quali incredibili tecnologie ci riserverà Tim Cook e soci per restare ancora una volta nell'Olimpo dei produttori di smartphone?

Per azzardare alcuni pronostici basta passare in rassegna gli ultimi brevetti registrati da Cupertino. Buster Heine di Cult of Mac si sbilancia e parla di sensori audio inseriti nei dispositivi del futuro come iPhone 6, Mac ma anche nella probabile iTV. Questa idea è stata registrata da Apple presso l'US Patent and Trademark Office, anche se non è stato spiegato nel dettaglio come Apple voglia usare questi sensori: una possibile idea, alquanto folle, sarebbe creare una "mappa di suoni" come visto nei recenti film di Batman.

Heine fa l'esempio della mappa sonar utilizzata da Batman nel secondo capitolo di Nolan per trovare il Jocker: creare una vera mappa in base ai suoni, questa potrebbe essere l'idea, rilevando gli oggetti in prossimità proprio come fa un pipistrello. Questa tecnologia potrebbe rendere iPhone 6 ancora più sottile e un'applicazione più pratica sarebbe quella che permette di disattivare il touch screen quando avviciniamo iPhone al viso per rispondere a una telefonata.

Il prossimo passo sarebbe anche quello di creare, tramite iPhone 6, mappe 3D che aiutino a ritrovare la strada e questa tecnologia "sonar" potrebbe essere di grande aiuto per i non vedenti. Oltre a queste applicazioni da fantascienza, Apple starebbe pensando anche a qualcosa di più fattibile per iPhone 6, cioè la ricarica wireless.

Il nuovo melafonino, infatti, potrebbe supportare la ricarica wireless fino a un metro di distanza dal caricatore. Apple ha registrato ovviamente un brevetto per questo, un nuovo sistema di ricarica wireless in grado anche di ricaricare contemporaneamente più prodotti. Il documento registrato si intitola "Uso della ricarica senza fili in un locale" e tramite un campo elettromagnetico dovrebbe consentire di ricaricare diversi dispositivi nello stesso tempo, se questi hanno un chip dedicato per tale funzione.

Per far accadere tutto questo ci dovrebbe essere una connessione Wi-Fi o bluetooth tra il dispositivo e il caricatore wireless, per permettere il trasferimento dei parametri utili a far funzionare il chip dedicato. Si creerebbe quindi un area apposita, un vero e proprio ambiente dove caricare tutti i propri dispositivi senza fili.

La ricarica wireless non è però una nuovissima tecnologia, ad esempio il Nokia Lumia 920 è già in possesso di questa tecnologia. Insomma il futuro è alle porte. La tecnologia non si ferma e neanche le speculazioni su di essa.

LEGGI ANCHE

i Phone 6 e 5S: prototipi con schermo maggiorato e periodo d'uscita, tutte le indiscrezioni

Il display flessibile e indistruttibile nel 2013. OLED per S amsung, grafene per Nokia

Wii U: "sarà schiacciata da PS4 e Xbox 720" secondo Pachter

F acebook vuole cambiare le regole ma non lo sa nessuno: come votare per impedirlo

 

Apple
(Foto: Reuters / )
La casa di Cuperino ha interrotto la vendita di AppleCare in Italia
Apple - ambiente ricarica wireless
1 2
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • -2

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci