• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Costabile Gallo | 11.12.2012 09:29 CET

Rinnovato il contratto nazionale dei metalmeccanici con un'intesa tra le parti sindacali e Federmeccanica che coinvolgerà quasi 2 milioni di lavoratori, tra i quali non sono ricompresi i lavoratori Fiat per l'uscita della casa automobilistica torinese da Confindustria.

Seguici su Facebook

Alla contrazione non ha partecipato, invece, la Fiom non firmando l'accordo valido per il triennio 2013-2015.

L'aumento salariale medio previsto dall'accordo è di 130 euro al quinto livello e verrà erogato in tre fasi a partire dal 2013; in particolare, gli incrementi saranno così dilazionati: 35 euro dall'1 gennaio 2013, 45 euro dall'1 gennaio 2014 e 50 euro dall'1 gennaio 2015. Il contributo versato dalle aziende al Fondo sanitario integrativo dei metalmeccanici salirà fino a 108 euro all'anno e i periodi di assenza dal lavoro pagati al 50% verranno invece pagati all'80%. (Fonte: circuitolavoro.it)

Nel nuovo contratto si prevede un aumento dell'orario lavorativo di 16 ore annue.

 

 

Lavoratore in catena di montaggio.
(Foto: Reuters / Rebecca Cook)
Lavoratore in catena di montaggio.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci