• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Roberto Cicchetti | 11.12.2012 16:39 CET

Ricavare l'energia indispensabile per una famiglia in 100 mq di giardino? È possibile. Ricercatori dell'università olandese di Wageningen hanno trovato il modo di sfruttare l'attività dei batteri che popolano le radici dell'erba senza risultare invasivi sull'ecosistema dei prati o delle paludi.

Seguici su Facebook

Le piante producono materia organica attraverso la fotosintesi. Le radici eliminano fino al 70% di questo materiale nel suolo, ed è qui che entrano in campo i batteri che banchettano con il residuo organico. II processo di degradazione provoca il rilascio di elettroni da parte dei microrganismi, un fenomeno scoperto nel 2007 dalla stessa università. Marjolein Helder, direttore della ricerca, insieme ai suoi colleghi ha inserito un elettrodo vicino alle radici per assorbire gli elettroni e generare energia elettrica tramite la differenza di potenziale che si crea. Per ora la stima è di 0,4 watt al metro quadro di superficie, un risultato più ragguardevole del sistema di fermentazione della biomassa, tenendo anche conto che non serve recidere la pianta e trasportarla.

I ricercatori assicurano che in futuro la bio-energia elettrica potrebbe produrre fino a 3,2 Watt per metro quadrato. Ciò significa che un tetto di erba o un giardino di 100 mq potrebbe generare elettricità sufficiente per alimentare una famiglia (con un consumo medio di 2.800 kWh / anno). Le piante più produttive risultano l'erba comune nelle zone temperate e nei paesi più caldi il riso. Dopo il 2015 la produzione potrà interessare aree più estese. Un ulteriore vantaggio risiederebbe nel fatto che questa nuova fonte rinnovabile non deturpa il paesaggio e non è concorrenziale all'agricoltura, rispetto a pale eoliche e pannelli solari, che alcuni ritengono troppo vistosi.

 

giardino erba
(Foto: Reuters.com / )
Energia dall'erba, la nuova frontiera rinnovabile
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci