• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Candido Romano | 19.12.2012 13:03 CET

Uno schermo 3D che permette di manipolare gli oggetti "fuori" dal display: immaginate di interagire e prendere con le vostre mani un oggetto 3D del film Avatar. Tutto questo grazie al display 3D chiamato non a caso Z Space, che potrebbe rivoluzionare per sempre il modo in cui vengono creati degli oggetti in tre dimensioni.

Seguici su Facebook

Sviluppata dalla compagnia californiana Infinite Z, questo dispositivo tiene traccia dell'occhio umano e contemporaneamente dei movimenti della mano, regolando l'immagine 3D che l'utente vede in tempo reale. L'effetto che ne risulta è davvero sensazionale, come si può vedere dal video esplicativo. A differenza di un film in 3D visto al cinema o in TV, Z Space consente di visionare l'oggetto 3D da diverse angolazioni: si potrà letteralmente spostare la testa e guardarlo dal basso o di lato e il display si adatterà al proprio occhio per mostrare la giusta prospettiva.

Ovviamente per vedere questo tipo di immagini che "escono fuori" dallo schermo e manipolarle bisognerà comunque indossare un paio di occhiali 3D, anche se quest'ultimi hanno una paricolare novità. Oltre a mostrare differenti immagini per ogni occhio, per creare l'illusione della profondità, sono dotati di indicatori che riflettono la luce. Questo permette alle telecamere integrate nel display di seguire i movimenti della testa, e quindi dei propri occhi.

La tecnologia che permette tutto questo è stata battezzata "Virtual Holographic 3-D" e permette letteralmente di manipolare oggetti virtuali come se stessero "galleggiando" a pochi centimetri dall'utente. Una particolare penna stilo collagata al display contiene sensori che permettono il tracciamento dei movimenti in tre dimensioni. La stilo serve in questo caso per "afferrare" le parti di immagine virtuale, per poi spostarle nello spazio 3D.

Questa tecnologia potrebbe cambiare per sempre il modo di lavorare di architetti, designer ma anche tutti coloro che operano nell'industria dell'intrattenimento (fumettisti digitali, animatori, game designer). Il mese scorso Infinite Z ha creato anche un kit di sviluppo (SDK) per il suo Z Space che permetterà ad altre compagnie, o anche ai programmatori indipendenti, di creare software utilizzando questa macchina. Il costo per gli sviluppatori è di 1,500 dollari, mentre per il mercato consumer è di 3,955 dollari. Insomma infinite Z non è altro che una tavoletta grafica 3D che "libera" nello spazio la creazione di oggetti virtuali.

[Fonte: MIT Technology Review]

LEGGI ANCHE

I BM predice il futuro: touch screen "reali" e computer simili al cervello umano

S amsung Galaxy S4 e Note 3 da 6,3 pollici: addio schermi flessibili?

Profezia Maya: la N ASA spiega in video perchè il mondo non finirà

Z Space
(Foto: Infinite Z / )
La rivoluzionaria tavoletta grafica 3D che permette di manipolare oggetti virtuali
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci