• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Roberto Cicchetti | 19.12.2012 21:37 CET

Tanto quanto? Non si espone più di tanto la Shell Italia che sta organizzando uno studio dei fondali del mar Ionio vicino la costa salentina. La nota compagnia petrolifera ha assicurato oggi in un convegno coi sindaci pugliesi che avvierà le trivellazioni solo se ci sarà abbastanza oro nero da poter rientrare nell'investimento dell'estrazione offshore. Così la Puglia si ritroverà con il rischio concreto di sversamenti di petrolio in mare su entrambe le coste, dall'Adriatico con le trivelle delle Tremiti ed ora anche dallo Ionio.

Seguici su Facebook

Anche Basilicata e Calabria hanno manifestato insieme a Legambiente contro la Shell e questo "solito atto coloniale". Ma questa volta non è l'avidità delle multinazionali ad essere presentata all'inquisizione popolare. Lo stesso Governo ha deciso che entro il 2020 l'Italia dovrà raddoppiare la produzione nazionale di petrolio. La nuova strategia energetica ha lo scopo di riappropriarsi di circa il 14% del fabbisogno energetico (previsto dal 7 al 14%) oggi comprato all'estero, e risparmiare quindi 14 miliardi di euro l'anno sui 62 spesi per l'approvvigionamento.

Ma al recente convegno 'Trivelle d'Italia'  organizzato da Legambiente, Wwf e Greenpeace lo scorso ottobre per discutere del progetto di avviare in Italia 70 nuove piattaforme petrolifere offshore, le tre principali associazioni ambientaliste hanno duramente contestato 'l'assoluta insensatezza' della Strategia energetica nazionale del governo Monti, che rende vantaggioso estrarre petrolio solo grazie agli incentivi statali e non per le sue reali possibilità commerciali.

Leggi anche:

Piattaforma petrolifera
(Foto: reuters.com / )
Il prezzo del greggio ha subito un calo
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci