• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Giulia Francalancia | 20.12.2012 00:01 CET

Seguici su Facebook

“Educazione siberiana”, così s’intitola il nuovo film di Gabriele Salvatores liberamente tratto dal romanzo di Nicolai Lilin, che vanta nel suo cast il famoso attore John Malkovich.

Pare addirittura che l’autore del libro abbia rifiutato parecchie proposte, soprattutto hollywoodiane, e infine abbia accettato Salvatores per la scelta di centrare il racconto non tanto sulla criminalità e violenza quanto sul senso umano, riuscendo in questo modo a dare un crudo ritratto della malavita russa.

La pellicola, che rappresenta la prima opera internazionale del regista, è ambientata in Transnistria, una zona della Russia occidentale formata da una comunità disciplinata da regole, originatasi quando negli anni ‘30 Stalin fece deportare dei criminali siberiani.
In questo territorio vive il gruppo dei “criminali onesti”, ossia una famiglia di fuorilegge che ha un codice e dei rituali: il culto delle armi e dei tatuaggi, il rispetto per i disabili e gli anziani, niente droga e l’odio per i poliziotti.
In questa situazione si articolerà il rapporto tra il giovane Kolima (Arnas Fedaravicius) e l’anziano Nonno Kuzja (John Malkovich), il quale gli insegnerà l’etica del gruppo, e con Ksjua (Eleanor Tomlinson), una ragazza con problemi mentali.

Il film arriverà nelle sale italiane a fine febbraio.

LEGGI ANCHE:

Vita di Pi: recensione

Broken city: nuovo thriller dal cast stellare

"I 2 soliti idioti" arrivano al cinema. Recensione.

Cast stellare per il gangster movie “Gangster Squad”.

"Educazione siberiana"
(Foto: Flickr / Giandomenico Ricci)
Gabriele Salvatores regista di "Educazione siberiana"
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Rate this Story
  • 0
  • 0
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

Partecipa alla discussione

IBTimes TV
Follow IBTimes Entertainment