• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Valentina Beli | 02.01.2013 22:15 CET

Provaci ancora Silvio. Il Cav continua a corteggiare la Lega, ma con scarso successo. Un'alleanza con il Carroccio -seppur lontana dal garantire la vittoria del Centrodestra alle Elezioni- significherebbe limitare, almeno al Senato, i danni di una debacle annunciata. Ma da via Bellerio sono decisi: niente alleanze se Berlusconi è candidato premier.

Seguici su Facebook

Berlusconi le tenta tutte e lancia l'appello: "pronto a fare un passo indietro". Ma questo è il refrein che sentiamo da settimane e neppure la Lega sembra più disposta a crederci. Anzi, dal quartier generale fanno sapere: "Se non è Berlusconi il candidato deve fare un nome alternativo, altrimenti è una finzione".

Il tempo stringe: fissata per l'otto gennaio la riunione del consiglio federale per sancire candidature e alleanze. Il vertice ad Arcore per discutere un eventuale accordo è saltato e Silvio tenta il tutto per tutto.

Sul piatto l'alleanza per sostenere Maroni al Pirellone in cambio di un asse nazionale che faccia salire il consenso verso la coalizione. 

 

LEGGI ANCHE:

Senato, il servizio medico ci è costato 650 mila euro dal 2011 ad oggi 

 

 

Il valzer delle alleanze
(Foto: IBTimes / )
Corte serrata del Cav alla Lega
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci