• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Dario Saltari | 04.01.2013 13:30 CET

Il 2013 sarà un altro anno di crisi per gran parte delle economie occidentali. Nonostante ciò non tutto il globo si accoderà all'Unione Europea e agli Stati Uniti e l'anno appena iniziato porterà una forte crescita economica a molti paesi soprattutto asiatici e africani. Ma chi crescerà di più nel 2013? A stilare questa speciale classifica è stato l'Economist Intelligence Unit (Eiu), una società indipendente che fa parte del gruppo editoriale dell'Economist.

Seguici su Facebook

Medaglia d'oro va a Macao che durante l'anno in corso vedrà il proprio pil crescere di oltre il 14%. La regione amministrativa speciale cinese, tuttavia, sfrutta le enormi entrate derivanti dal gioco d'azzardo che nel resto del paese è vietato dal regime comunista.

Al secondo posto troviamo la Mongolia con un'aspettativa di crescita tra il 13% e il 14%. Anch'essa, tuttavia, brilla di luce riflessa ovvero dello sviluppo economico da una parte della Cina e dall'altra della Russia.

Sul gradino più basso del podio troviamo la Libia che nel 2013, secondo gli analisti dell'Eiu, crescerà intorno all'11%. Ritrovata la stabilità politica, quindi, anche la Libia potrà tornare a sfruttare le sue massicce risorse naturali.

Fuori dal podio troviamo Gambia, Angola e Bhutan con una crescita del 9%. Al settimo posto, finalmente, troviamo la Cina che vedrà il proprio pil crescere intorno all'8%. Dietro al Dragone, ma con una crescita più o meno comparabile, troviamo Timor Est, Iraq e Mozambico che vanno così a chiudere la classifica delle economie più dinamiche.

La stessa Eiu, tuttavia, stila anche la classifica di chi farà peggio nel 2013 e qui le economie europee rientrano a pieno titolo. Maglia nera, infatti, va alla Grecia che vedrà il proprio pil contrarsi del 5% circa.

Meglio della Grecia, ma comunque male, andranno le economie di Portogallo (-3% circa), Spagna, Iran (-2% circa), Siria, Olanda e Italia (-1% circa), Cipro e Croazia (tra la stagnazione e il -1%). Più in generale, il pil dell'eurozona per l'anno in corso è visto in un sostanziale stallo.

Macao
(Foto: Reuters / )
Uno dei casinò più grandi di Macao: The Venetian.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci