• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Marco Locatelli | 04.01.2013 17:48 CET

Jeramiah Perkins ha subito una condanna davvero senza precendenti. La sua colpa? Aver registrato e caricato su un server P2P dei film da poco usciti al cinema. L'uomo, 40 anni, residente a Portsmouth, in Virgina, e attivista del gruppo BitTorrent iMAGiNE, ha ricevuto una pena di cinque anni di detenzione

Reuters
Sallusti chiede di stare in casa Santanché

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Il record è stato rubato al collega Gregory Cherwonik, che, sempre per lo stesso motivo, aveva subito una condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione. Tra i dettagli della senteza che ha condannato Perkins, risultano essere stati caricati film come "L'uomo che fissa le capre", "Iron Man 2", e "The A-Team".

A peggiorare ulteriomente la situazione dell'uplodar è stato l'aver accettato donazioni e finanziamenti da parte di altre persone, rendendo così la sua attività - già chiaramente ritenuta illegale e lesiva del copyright -  anche a scopo di lucro.

iMAGiNe, il gruppo di cui faceva parte Perkins, è ritenuto dalla MPAA (Motion Picture Association of America) uno dei maggiormente attivi nel campo della pirateria cinematografica e, oltre a Perkins e Cherwonik, altri due elementi sono stati condannati nel 2012: Sean Lovelady e Willi Lambert, che hanno ricevuto, rispettivamente, 30 mesi e due anni di detenzione. Un quinto membro verrà processato a marzo.

LEGGI ANCHE

Nintendo Wii U è già stata craccata [VIDEO] 

MEGA è online, Kim Dotcom ce l'ha fatta 

Megavideo sta tornando: ecco Megabox con video di presentazione 

Carcere
(Foto: Reuters / )
Sallusti chiede di stare in casa Santanché
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci