• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Jessica Sanson | 04.01.2013 19:09 CET

L'agenzia Onu per i rifugiati ha annunciato che l'ultimo gruppo di liberiani in esilio da molti anni - a causa della guerra civile - è rientrato oggi in patria.

Seguici su Facebook

Melissa Flaming, portavoce principale dell'Ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNCHR), ha dichiarato ai giornalisti a Ginevra: " Gli ultimi 724 liberiani sono tornati in Guinea l'ultimo weekend del 2012. Così termina il nostro programma di recupero iniziato un anno dopo la restaurazione della pace in Liberia nel 2004".

La guerra civile in Libia è durata 14 anni ed è terminata nel 2003 e circa 750.000 civili si sono ritrovati sfollati o hanno lasciato il paese a causa della violenza e dell'instabilità : alcune persone hanno trascorso più di 2 decenni in paesi come la Costa D'Avorio, Ghana e Guinea.

Grazie al programma rifugiati, ogni persona avrà a disposizione un piccolo contributo in contanti per poter ricominciare a condurre una vita normale e a parte questa Ong, sarà dato sostegno anche dalla Commissione per il rimpatrio e il reinsediamento in Libia per la possibilità di trovare un lavoro.

Nel frattempo, la Liberia ospita 67mila rifugiati ivoriani, sfuggiti dalla violenza del loro paese soprattutto dopo la crisi post-elettorale del 2010/2011.

Secondo Flaming, sarebbe in atto anche il rimpatrio dei rifugiati ivoriani anche se la maggior parte preferirebbe rimanere in Liberia fino alla riconciliazione delle parti nel loro paese.

 

Giornata Mondiale Infanzia
(Foto: reuters / )
Secondo uno studio 'Save the Children', il gap tra bambini poveri e ricchi è cresciuto del 35% rispetto al '90
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci