• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Agenzia Nova | 05.01.2013 11:21 CET

E' stato un successo di pubblico ed un fallimento dal punto di vista organizzativo il festival celebrato ieri da al Fatah a Gaza, il primo da quando Hamas ha assunto il controllo della striscia nel 2007. A poche ore dal suo inizio erano già migliaia i militanti del gruppo palestinese che affollavano la piazza Saraiya di Gaza per le celebrazioni del 48esimo anniversario della nascita del partito. Al festival era prevista la partecipazione non solo dei dirigenti di al Fatah giunti per l'occasione a Gaza da Ramallah, ma anche di quelli di Hamas.E' la prima volta infatti da 5 anni che il gruppo islamico al governo a Gaza consente ai rivali di tenere una manifestazione pubblica nella striscia. Secondo l'agenzia di stampa palestinese "Maan", già da ieri sera numerosi militanti del partito si sono stabiliti nella piazza per preparare questo evento.

Seguici su Facebook

A partire dalla mezzanotte diversi autobus hanno portato sostenitori del partito del presidente palestinese Mahmoud Abbas provenienti da tutta la striscia. Nelle ultime ore sono giunti però in piazza Saraiya anche gli uomini di Hamas e lo speaker dal palco ha gridato alla folla prima dell'inizio ufficiale della manifestazione che era stato superato il mezzo milione di persone. Tutto è iniziato con i migliori auspici. Il capo dell'esecutivo di Gaza, Ismail Haniyeh, aveva ricevuto ieri sera il dirigente del partito di al Fatah, Jibril Rajiub. Su invito dello stesso Haniyeh, Rajiub accompagnato da una serie di dirigenti del gruppo islamico ha fatto visita alla sede del governo della striscia dove è giunto per celebrare l'anniversario della fondazione del suo partito.

Parlando ai media palestinesi, Rajiub aveva affermato che "è necessario sfruttare questo clima favorevole che si è creato tra Hamas e al Fatah dando vita subito al dialogo per la riconciliazione nazionale palestinese". Haniyeh aveva assicurato che i servizi di sicurezza di Gaza avrebbero collaborato per la riuscita del festival di al Fatah. La manifestazione è iniziata poco prima di mezzogiorno con un messaggio di auguri del presidente palestinese, Mahmoud Abbas, il quale ha lanciato un appello in favore dell'unità palestinese. Un portavoce di Abbas ha letto un discorso del presidente in cui ha affermato che "la questione palestinese è diventata un simbolo della lotta contro l'oppressione". (agenzianova.com)

Il presidente palestinese ha poi aggiunto che "l'unità palestinese è indispensabile per conseguire gli obiettivi del nostro popolo e la vittoria finale" e ha concluso che "la vittoria è prossima e presto vi incontrerò a Gaza". Dopo poco però la piazza non è riuscita più a contenere i manifestanti. Si sono detti sorpresi i dirigenti del partito palestinese di al Fatah per il successo ottenuto dalla celebrazione. Intervistato dall'emittente televisiva araba "al Jazeera", il portavoce del partito del presidente palestinese Abbas, Faiz Abu Atiya, ha affermato: "Siamo rimasti sorpresi dalla folla che sta partecipato al festival nel centro di Gaza. Ci sono persone venute da tutta la Striscia di Gaza e abbiamo riunito un milione di partecipanti".

Secondo Abu Atiya, "questo popolo vuole inviare un messaggio per l'unità palestinese e contro la divisione. Ora al Fatah ha una nuova responsabilità verso queste persone". Non si è fatto attendere l'intervento di Hamas, che ha inviato i suoi auguri ai dirigenti di al Fatah, sostenendo che "il successo del festival di oggi a Gaza è un passo verso l'unità". In una nota diffusa dal portavoce del gruppo islamico che governa Gaza, Sami Abu Zuhri, si legge che "Hamas ha collaborato alla riuscita di questa manifestazione che considera un'iniziativa a favore dell'unità palestinese. Per noi è un successo anche di Hamas oltre che di al Fatah". Intanto anche dopo la conclusione degli interventi sul palco, la piazza Saraiya di Gaza è rimasta ancora piena per ore ed in pochi hanno lasciato il luogo della manifestazione per scandire slogan in favore di al Fatah.

La manifestazione è terminata prima del previsto e in un primo momento gli organizzatori non hanno fornito spiegazioni. In particolare rimane il mistero sul mancato intervento dal palco di un esponente di Hamas con il quale si doveva chiudere il festival. Il portavoce di al Fatah a Gaza, Faiz Abu Atiya, parlando all'emittente televisiva araba "al Jazeera", ha minimizzato sostenendo che ci sarebbe stato un problema tecnico con il microfono a causa del massiccio afflusso di persone confluite in piazza al Saraiya. Nonostante questo Abu Atiya si è detto entusiasta della prima manifestazione di al Fatah a Gaza dal 2007, aggiungendo che "quello di oggi è stato il festival più grande mai organizzato nei Territori palestinesi".

Poco dopo però i dirigenti di al Fatah a Gaza hanno ammesso di aver perso il controllo della manifestazione. Secondo quanto riferiscono fonti del partito di Abbas all'emittente satellitare "al Arabiya", nell'ultima ora prima dell'interruzione improvvisa dei comizi previsti dal palco, il servizio d'ordine di Fatah ha perso il controllo della situazione a causa del forte afflusso di partecipanti. In particolare si sono registrati scontri tra i sostenitori del presidente Abbas e quelli del dirigente di Fatah, Mohammed Dahlan, fuggito da Gaza verso Ramallah dopo il golpe di Hamas del 2007 e allontanato di recente dal direttivo del partito con l'accusa di essere stato responsabile di quel colpo di mano che ha consegnato la striscia agli islamici.

Si sono contati almeno 25 feriti tra i manifestanti, alcuni dei quali caduti dai tetti sui quali erano saliti per assistere al festival o a causa di un corto circuito elettrico. Per questo la dirigenza di Fatah sarebbe stata costretta a chiudere in anticipo gli interventi dal palco, impedendo non solo ai rappresentanti di Hamas di intervenire, ma anche annullando il comizio conclusivo del dirigente del partito inviato da Ramallah, Nabil Shaath. A confermare questa versione dei fatti è il portavoce del gruppo islamico palestinese, Sami Abu al Zuhri, il quale ha spiegato che "ero stato invitato a parlare al raduno di Fatah ma all'ultimo momento mi hanno chiesto di non andare perché non sono in grado di garantire la sicurezza a causa del forte afflusso di manifestanti".

Dopo alcune ore è emerso che la manifestazione è stata chiusa in anticipo perché "un gruppo di sostenitori di Mohammed Dahlan ha tentato di prendere la parola dal palco con la forza". Secondo quanto rivela l'agenzia di stampa palestinese "Safa", "i sostenitori di Dahlan si sono scontrati con quelli del presidente Abbas e con altri dirigenti del partito vicino al palco, costringendo così i dirigenti di Fatah che dovevano intervenire ad allontanarsi per motivi di sicurezza". Questa versione coincide con quella del portavoce di Hamas, Sami Abu Zuhri, il cui intervento è stato cancellato alla pari di quello di Nabil Shaath. (agenzianova.com)

Accordo tra Fatah e Hamas per governo ed elezioni
(Foto: REUTERS/Mohammed Salem / )
Palestinesi fanno il segno della vittoria a Gaza City.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci