• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 05.01.2013 17:05 CET

L'auto elettrica piace sempre di più ai cittadini europei: il 71% si dichiara interessato al veicolo elettrico. Ormai l'auto elettrica non è più una novità e gli europeri la vedono sempre di più come un'auto "concreta" utilizzabile tutti i giorni. Turchi e russi mostrano un forte entusiasmo (93% e 87%), gli italiani si mostrano interessati per il 76%. E' quanto emerge dall'Osservatorio Auto 2012 di Findomestic, focalizzato sul mercato di dieci paesi: Italia, Germania, Belgio, Spagna, Francia, Polonia, Portogallo, Ucraina, Russia e Turchia.

Seguici su Facebook

Fiat 500e elettrica da record: 140 km di autonomia e 500 $ in un anno 

AVIS compra Zipcar: sarà rivoluzione nel car sharing? 

Auto ecologiche: gli incentivi '2013 sono una chimera. Solito pastrocchio italiano 

L'auto elettrica sta facendo breccia nel cuore degli europei per via dei vantaggi di natura ecologica ed economica (70% e 53%). In minor misura gli europei le attribuiscono un'immagine di modernità (29%) e ne apprezzano la silenziosità (19%). Il 57% delle persone intervistate, che corrisponde circa a un europeo su due, è pronto ad acquistare un veicolo elettrico ancor prima della sua diffusione al grande pubblico e ancor prima di averlo provato.

Il discorso cambia leggermente quando si parla di intenzione all'acquisto di un veicolo elettrico: turchi e russi si mostrano ancora una volta i più favorevoli (82% e 76%), francesi, spagnoli e soprattutto inglesi si mostrano davvero scettici. In questi tre paesi le non intenzioni di acquisto risultano superiori alle intenzioni.

Il prezzo resta il problema fondamentale. Per il 49% l'argomentazione ecologica e la novità tecnologica non possono giustificare un prezzo di vendita medio del veicolo elettrico di gran lunga superiore al suo equivalente termico. Gli europei sarebbero disposti a pagare al massimo un 30% in più rispetto al costo di un veicolo termico.

Ben l'84% degli intervistati si dichiara convinto dei vantaggi del veicolo elettrico quale "migliore soluzione del futuro per l'ambiente". Da un punto di vista ecologico il 60% degli europei ritiene preferibile utilizzare un veicolo 100% elettrico (nucleare) rispetto a un veicolo termico classico. Per questo per il 52% degli europei, se il nucleare dovesse essere abbandonato, l'automobile elettrica ne subirebbe le conseguenze.

Il 55% degli europei non ha intenzione di acquistare un'auto elettrica se l'autonomia non è di almeno 250 km. Al centro dei dubbi che riguardano l'auto elettrica c'è anche la batteria. Se l'autonomia rappresenta un problema, l'installazione massiccia di colonnine di ricarica rapida potrebbe rassicurare gli automobilisti. Il 90% le rivendica e addirittura il 59% ritiene che siano indispensabili.

 

[Fonte: Osservatorio Auto 2012 di Findomestic | Via: LiberoQuotidiano]

 

 

LEGGI ANCHE

Auto elettriche, 1,8 milioni di veicoli circolanti in Europa entro il 2020

Tesla annuncia i prezzi europei della berlina Model S 

Tesla's solar powered, il Supercharger che ricarica la vettura in 30 minuti 

Nissan Leaf, estesa la garanzia per coprire il calo di prestazioni della batteria 

Xam 2.0, la mini ibrida alimentata a bio-etanolo 

Mobilità elettrica: in arrivo la batteria a moduli indipendenti. Trovato "l'Uovo di Colombo"? 

Tesla Roadster: percorsi 100.000 km. La mobilità elettrica è una realtà 

i.Car0, la vettura elettrica economica ed efficiente: costa 10mila euro e percorre 165 km con una ricarica 

L'auto elettrica del futuro si ricaricherà da sola. I ricercatori sperimentano le "autostrade elettrificate" 

 

 

Le auto elettriche sono il futuro
(Foto: REUTERS/Mike Segar / )
Un'auto al rifornimento.
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci