• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di C.F. | 07.01.2013 13:48 CET

Dallo scorso primo gennaio a poco meno di 300mila abitanti del Lazio è stato vietato l'uso potabile dell'acqua del rubinetto. Il provvedimento interessa decine di Comuni nelle province di Viterbo, Latina e Roma. L'acqua non può essere bevuta, nè utilizzata per cucinare, lavarsi i denti o fare la doccia per persone affette da "patologie cutanee".

Seguici su Facebook

Molte regioni in Italia operavano da anni in regime di deroga. La Commissione Europea aveva imposto il 31 dicembre come termine ultimo per normalizzare la situazione che vede una concentrazione di arsenico (cancerogeno di classe 1 che può far sviluppare tumori) superiore di tre volte i limiti consentiti (10 microgrammi per litro). Nel Lazio non si è fatto granchè e secondo Legambiente i lavori di adeguamento sugli acquedotti non si concluderanno prima del 2014.  

L'allarme è stato lanciato tanto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) che dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss). Quest'ultima ha realizzato uno studio su 269 volontari residenti nelle zone ad alto contenuto di arsenico nell'acqua. Quanto sostenuto dall'Oms' "spiana definitivamente la strada ai risarcimenti in favore di quei cittadini che risiedono in comuni italiani nei quali il problema dell'arsenico nelle acque non è stato ancora risolto'' sostiene il Codacons.

"Il Ministro Renato Balduzzi fa sapere che, soprattutto negli ultimi sei mesi, ha più volte sollecitato la Regione ad adottare con urgenza ogni misura per far fronte ai disagi della popolazione e ad occuparsi della vicenda in vista della scadenza dei provvedimenti di deroga - scrive Help Consumatori - Il 20 dicembre ha ribadito alla Regione Lazio l'urgenza di adottare piani di emergenza per garantire la fornitura d'acqua alla popolazione dopo la scadenza degli ultimi provvedimenti di deroga. Ad oggi la situazione non è ancora cambiata".

 

© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci