• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di C.F. | 08.01.2013 22:21 CET

Silvio Berlusconi, croce e delizia dei giornalisti italiani. Allergico a vere domande, ti accusa di essere un 'comunista' se non accetti i monologhi che ti impone, ma ti regala sempre più di un titolo. Il primo sul divorzio milionario da Veronica Lario. Il Cavaliere ha tenuto a precisare che non verserà 100mila euro al giorno all'ex moglie, ma "200mila euro". Tutta colpa di "tre giudichesse femministe e comuniste".

Reuters
"Su Ruby c'è stata diffamazione"

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

"E' una cosa che non sta nella realtà: 36 milioni, con un arretrato di 76 milioni. Questi sono i giudici di Milano che mi perseguitano - tuona l'ex premier davanti a Lilli Gruber - Su Ruby poi è stata messa in atto una diffamazione senza pari. Non ho mai detto che era la nipote di Mubarak, ma che era una sua parente. Ne parlai a Mubarak, perché Ruby mi disse, inventandosi una vita diversa dalla sua, che era figlia di una cantante nella cerchia familiare del presidente egiziano". "Non è vero che la Camera ha votato una mozione che diceva che Ruby era la nipote di Mubarak. Sul processo Ruby ci sarà un'assoluzione piena. I pm si sono inventati tutto".

Sul processo Mediaset che in primo grado lo ha visto condannato a quattro anni per frode fiscale: "Sentenza d'appello non mi condannerà. La sentenza del primo grado è fondata sul nulla. Non è possibile. Si tratta di giudici che già mi hanno condannato nel 1994 quando vinsi le elezioni e poi a distanza di anni sono stato assolto per non aver commesso il fatto. Se si vede la mia storia si vede chi è il persecutore e chi il perseguitato".

Capitolo Monti: "Ha potuto fare tante cose per decreto legge che un governo democraticamente eletto non può fare. Io non avevo alcun potere da premier, se non quello di fare l'ordine del giorno del Cdm. Insomma, la procedura decisionale fa sì che il presidente del Consiglio fa lo spaventapasseri".

La Lega gli ha chiesto di non essere il candidato premier della coalizione: "Non me l'hanno imposto loro, sono io ad averlo proposto e questo ha favorito anche il lavoro interno alla Lega''.

Silvio Berlusconi
(Foto: Reuters / )
"Su Ruby c'è stata diffamazione"
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci