BUFERA SCOMMESSE, altri 36 avvisi di fine indagine da Bari. Non c’è CONTE

Di M.V. | 09.01.2013 12:17 CET
Dimensione testo + -

 

Arriva al termine anche l'attività investigativa della Procura di Bari in merito al calcioscommessse. I carabinieri stanno consegnando in queste ore 36 avvisi, dei quali 27 destinati a calciatori in attività ed ex calciatori. Il reato contestato è il concorso in frode sportiva.

Seguici su Facebook

Si tratta di tre distinti avvisi di fine indagine. Nel primo compaiono i nomi dei 27 calciatori in relazione a due gare di Serie B considerate truccate: Bari-Treviso del 10 maggio 2008 terminata 0-1 e Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 conclusasi 3-2. Gli incontri furono venduti dai pugliesi in cambio di danaro.

Nel secondo avviso di fine indagine dovrebbero comparire i nomi di sei calciatori, quattro dei quali ex biancorossi, accusati di concorso in frode sportiva per le presunte combine di Bari-Sampdoria (0-1) e Palermo-Bari (2-1).

Nel terzo provvedimento è invece indirizzato a tre capi ultrà del Bari, già arrestati il 10 maggio 2012, ai quali si contesta il reato di concorso in violenza privata per aver minacciato e preso a schiaffi un calciatore biancorosso per costringere la squadra a perdere le ultime due partite di campionato Cesena-Bari e Bari-Sampdoria della stagione 20120-2011, e per aver tentato di aggredire un atleta biancorosso che si sottoponeva ai controlli antidoping al termine della partita Bari-Chievo del 20 marzo 2011.

Una gara del Bari
( Foto : Reuters / )
Una gara del Bari
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci