• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Ilaria De Pasquale | 09.01.2013 18:16 CET

Giudici "comuniste e femministe". Queste le parole di Silvio Berlusconi, ieri sera ospite ad Otto e mezzo, sul collegio giudicante della causa di separazione dalla sua ex moglie, il cui esito in primo grado è stato l'obbligo di pagamento di tre milioni di euro al mese per il Cavaliere.

Reuters
Canzio e Pomodoro rispondono con un comunicato congiunto alle accuse di imparzialità lanciate da Berlusconi

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Oggi le reazioni di Giovanni Canzio e Livia Pomodoro, presidenti di Corte d'Appello e Tribunale di Milano, che hanno espresso  in un comunicato congiunto " fermezza nel respingere ogni insinuazione sulla non terzietà dei giudici del tribunale componenti del collegio giudicante della causa Bartolini-Berlusconi".

Il collegio era composto da Gloria Servetti, Nadia Dell'Arciprete, Alessandra Cattaneo. In loro difesa il comunicato sottolinea che "è a tutti nota la diligenza e la capacità professionale delle stesse, quotidianamente impegnate nella fatica della giurisdizione nella delicata materia del diritto di famiglia".

Le dichiarazioni di Berlusconi non sono considerate consone alla sua carica istituzionale. A tal proposito Canzio e Pomodoro si richiamano alla raccomandazione del comitato dei Ministri della Giustizia del Consiglio d'Europa, la quale "prescrive ai rappresentanti dei poteri esecutivo e legislativo di evitare, nel commento delle decisioni dei giudici, ogni espressione di dileggio che possa minare la fiducia dei cittadini nella magistratura, e compromettere l'esito sostanziale delle medesime decisioni".

Sulla vicenda si è pronunciato anche il presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati Rodolfo Sabelli: "Proviamo sdegno di fronte alle inaccettabili accuse di parzialità rivolte dall'onorevole Berlusconi contro i magistrati del tribunale di Milano, per di più espressi con parole quali giudici femministe e comuniste. Il dissenso nei confronti delle decisioni giudiziarie va manifestato anzitutto attraverso il mezzo dell'impugnazione, e comunque con critiche di contenuto, ispirate alla correttezza"

 

Berlusconi,  "femministe e comuniste" giudici causa Lario. Canzio e Pomodoro rispondono
(Foto: Reuters / )
Canzio e Pomodoro rispondono con un comunicato congiunto alle accuse di imparzialità lanciate da Berlusconi
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci