• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Federica Geremia | 15.01.2013 12:41 CET

Negli uffici giudiziari di Napoli è stato scoperto un giro di illegalità per occultazione e manipolazione di fascicoli processuali in cambio di mazzette.

reuters
Mazzette per cambiare le carte processuali

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

Ventisei sono state le ordinanze cautelari e 45 in tutto le persone indagate nell'inchiesta. Ad incastrare i malfattori ci sarebbero anche delle intercettazioni e delle riprese video delle telecamere installate negli uffici della Corte d'Appello, che documenterebbero accordi e scambi di denaro tra cancellieri e avvocati coinvolti nell'organizzazione.

L'ordinanza emessa dal gip riguarda quattro avvocati del foro di Napoli (Giancarlo Di Meglio, Fabio La Rotonda, Giorgio Pace e Stefano Zoff, tutti ai domiciliari), nove dipendenti pubblici e tre faccendieri. Nella losca faccenda è coinvolto anche un consulente tecnico della procura e del tribunale, che su incarico di un avvocato e in cambio di denaro avrebbe redatto perizie psichiatriche a favore di un pregiudicato

Inoltre, è indagato anche un ispettore di polizia del commissariato di quartiere Vicaria-Mercato, che sostituiva relazioni sfavorevoli fatte da colleghi per conto del tribunale di Sorveglianza con altre false e favorevoli. Come se non bastasse, sono finiti in carcere anche due dipendenti della Corte d'Appello, Mariano Raimondi e Giancarlo Vivolo.

L' organizzazione è accusata di aver favorito anche degli imputati della camorra, poiché avrebbero fatto sparire fascicoli e atti delle inchieste in modo da ottenere continui rinvii e approdare o alla scadenza dei termini di custodia cautelare, o alla prescrizione dei reati contestati.

Arresti a Napoli
(Foto: reuters / )
Mazzette per cambiare le carte processuali
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci