• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Marco Locatelli | 16.01.2013 16:59 CET

Le azioni di GameStop, il più grande rivenditore di videogiochi al mondo, hanno toccato il punto più basso dal 17 maggio, registrando un decremento del 6,3%, il che ha portato le quotazioni alla soglia critica dei 23,19 dollari.

Seguici su Facebook

Nel mese di novembre, GameStop avevà già annunciato di voler chiudere 200 punti vendita a causa della forte crisi economica e delle difficoltà riscontrate nel settore gaming. Tramite un comunicato stampa, il famoso rivenditore di videogiochi ha fatto sapere che, nell'anno fiscale 2012, le vendite sono calate di un valore compreso fra il 7,5 e il 9%, a fronte di un periodo natalizio che, rispetto agli altri anni, ha subito una forte battuta d'arresto, segnando una flessione del 4,6% rispetto allo stesso periodo del 2011. 

L'amministratore delegato dell'azienda, Paul Raines, ha dichiarato: "GameStop ha avuto risultati contrastanti durante le vacanze di Natale. Il successo di Wii U al lancio, la forte crescita del digital delivering e il continuo sforzo del settore mobile, si contrappongono ad un calo del traffico nei negozi".

LEGGI ANCHE

PlayStation 4, addio giochi usati: Sony registra un brevetto 

CoD: Black Ops II, dettagli e data del nuovo DLC Revolution 

Assassin's Creed 3: primo DLC "Segreti Nascosti", data di uscita e dettagli 

GameStop
(Foto: GameStop / )
GameStop
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci