• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Dario Saltari | 17.01.2013 19:19 CET

Se siete studenti in Erasmus e volete partecipare alle prossime elezioni politiche del 24 e 25 Febbraio sappiate che dovrete tornare in Italia per votare. A stabilirlo è un decreto del Presidente della Repubblica, più precisamente il numero 226 del 22 Dicembre 2012.

Seguici su Facebook

Il decreto, infatti, stabilisce che il diritto di voto per i cittadini momentaneamente all'estero è garantito "alle Forze armate e alle Forze di polizia temporaneamente all'estero in quanto impegnati nello svolgimento di missioni internazionali", ai "dipendenti di amministrazioni dello Stato, di regioni o di province autonome, temporaneamente all'estero per motivi di servizio" ed infine ai "professori e ricercatori universitari che si trovano in servizio presso istituti universitari e di ricerca all'estero".

In queste tre categorie, com'è facilmente osservabile, non rientrano gli studenti Erasmus che per esercitare il proprio diritto/dovere potranno unicamente tornare nel Bel paese. Il decreto, infatti, continua affermando che "i cittadini italiani che si trovino temporaneamente all'estero e non appartengano alle tre categorie sopraindicate potranno votare esclusivamente recandosi in Italia presso le sezioni istituite nel proprio comune di iscrizione nelle liste elettorali".

Una via d'uscita possibile è quella di iscriversi all'Aire (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero). L'unico problema è che per avere la possibilità di iscriversi a questo ente, gli studenti dovranno trasferirsi all'estero per almeno 12 mesi mentre la gran parte dei programmi Erasmus dura, per l'appunto, meno di un anno.

Gli studenti italiani attualmente all'estero, quindi, hanno deciso di esprimere la propria rabbia su Facebook dove hanno creato un gruppo chiamato "Studenti italiani che non potranno votare alle prossime elezioni". L'immagine di copertina del gruppo è un foglio di carta igienica che recita: "Ecco quanto vale il mio voto".

Sulla questione è intervenuto anche Nichi Vendola attraverso il proprio account Twitter. In un primo tweet il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà ha commentato la notizia dichiarando: "Ecco Italia che si riempie ipocritamente la bocca della parola giovani". Successivamente Vendola si è appellato alle istituzioni e ai partiti chiedendo di poter dare la possibilità di votare anche agli studenti Erasmus.

Fonti: La Stampa

ammissione università
(Foto: reuters / )
Test d'ammissione nelle università
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci