• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Caputo | 18.01.2013 11:16 CET

In periodo di crisi dove si chiedono sacrifici agli italiani dovrebbero essere proprio le Istituzioni a dare il buon esempio. Purtroppo molte volte questo non accade. La politica, chiede sacrifici ma intanto lei spende e spande a più non posso. Il comune di Roma ha 19mila dipendenti, 6mila funzionari e 280 dirigenti che sicuramente non se la passano male. Per Alemanno, il sindaco di Roma, tutti questi messi insieme non ce la fanno a mandare avanti la macchina operativa del Comune ed ecco che ha aperto le porte del Campidoglio a 1.020 consulenti solo negli ultimi due anni per un costo, sulle tasche dei contribuenti, di ben 20,7 milioni di euro. Lo scrive La Repubblica.

Seguici su Facebook

Il Comune non versa in buone condizioni. Tagli ai servizi sociali, il debito e il bilancio approvato con dieci mesi di ritardo ne sono le prove più tangibili. Ma tutto ciò non ha per niente impensierito il Sindaco. Oltre a questa vasta gamma di consulenti esterni il Campidoglio non si mancare proprio nulla. Nel 2010 Alemanno ha istituito un Organismo indipendente per la valutazione della congruità dei compensi assegnati agli esterni. Quest'organismo è presieduto dal Direttore generale del Comune Liborio Iudicello ed è guidato da due consulenti che hanno una vasta esperienza sul campo. A questi il Campidoglio ha riconosciuto un compenso di ben 40mila euro.

Ma di casi del genere se ne potrebbero fare tanti altri. Ne citiamo solo uno. Citiamo il caso di Alexander Marco Andrew Sciarra. Dall'aprile al dicembre del 2010 ha ottenuto un primo incarico ricompensato con ben 49.959 euro; il suo compito, come si legge nella determina dirigenziale n.293 del 31 marzo 2010, era "lo studio delle nuove attività istituzionali di cui sarà investita l'Assemblea Capitolina (dopo la legge di Roma Capitale)".

L'assegnazione diretta del posto a Sciarra è stata giustificata con la complessità dell'incarico e le "non comuni competenze" dello stesso Sciarra nel settore oggetto dell'incarico. Un genio che il Campidoglio non si poteva far certo scappare tanto che la sua consulenza è stata rinnovata sia per tutto il 2011 sia per tutto il 2012. Per il suo incarico, solo per il mese di dicembre 2012, ha ricevuto ben 5.596,25 euro. Un compito davvero delicato.

Gianni Alemanno
(Foto: reuters / )
Gianni Alemanno
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci