• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Redazione IBTimes | 19.01.2013 13:09 CET

Ennesimo campanello d'allarme sugli indicatori sociali del nostro paese. A lanciarlo, questa volta, è l'Osservatorio della Cisl che pubblica oggi un dossier sul declino occupazionale italiano.

Seguici su Facebook

Il documento della Cisl, infatti, mette in evidenza che nel terzo trimestre del 2008 il tasso di occupazione era pari al 59% corrispondente ad un numero di occupati pari a 23.518.000 unità. In quattro anni di crisi, il tasso di occupazione è sceso fino a toccare quota 56,9% con il numero dei disoccupati che è sceso a 22.951.000.

In sintesi, la crisi ha prodotto, in termini occupazionali, una perdita di oltre mezzo milione di posti di lavoro in soli quattro anni (più precisamente, 567mila).

Il panorama è drammatico anche se si guarda ai dati sulla cassa integrazione. Le ore autorizzate di cassa integrazione, infatti, sono state 86,5 milioni a Dicembre, facendo arrivare l'ammontare totale per il 2012 a oltre un miliardo (1.090,6 milioni). Questo vuol dire un aumento del 12,1% rispetto al 2011 (quando le ore autorizzate furono 973,2 milioni).

È il quarto anno consecutivo che questi dati si attestano intorno al miliardo facendo sì che mediamente siano circa 500mila i lavoratori coinvolti. Rispetto ai livelli precrisi del 2007, quindi, i livelli di utilizzo della Cig nel periodo che va dal 2008 al 2012 sono ben sette volte superiori.

Sotto un profilo geografico, l'area maggiormente penalizzata è il Centro Italia dove l'aumento delle ore di cassa integrazione tra il 2011 e il 2012 è stato di circa il 26% ovvero più del doppio della media italiana. 

Nel periodo compreso tra Gennaio e Novembre dello scorso anno le domande di disoccupazione sono cresciute del 14,49% rispetto allo stesso periodo del 2011, le domande di mobilità del 17,82%.

Altri segnali preoccupanti, secondo la sigla sindacale, sono la riduzione del lavoro a tempo indeterminato con la conseguente crescita di dipendenti a termine e collaboratori e la riduzione del tempo pieno. Il lavoro flessibile e part-time, in questo contesto, evitano un calo ancora più evidente dell'occupazione.

Fonte: Ansa

Tasso di disoccupazione in Italia a livelli record.
(Foto: Reuters / Vincenzo Pinto)
Tasso di disoccupazione in Italia a livelli record.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci