• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 19.01.2013 15:37 CET

Toyota FCV-R
Toyota FCV-R

Il Nord American International Auto Show di Detroit 2013 è stato all'insegna delle auto green: dalla Smart fortwo electric drive di Daimler AG, alla sportiva di lusso ad alte prestazioni Acura NSX concept di Honda Motor Co Ltd. Ma soltanto una macchina vista al Salone ha riflesso una previsione più accurata del futuro a emissioni zero: la berlina FCV-R di Toyota Motor Corporation.

Più notizie

Seguici su Facebook

Mentre ben più di una dozzina di case automobilistiche si sono dilettate con l'idrogeno - anche Honda con la Honda FCX Clarity, nel 2008 in selezionati mercati globali - Toyota è l'unica casa automobilistica che si è impegnata per produrre automobili a idrogeno per il mercato consumer.

Toyota punta a realizzare le sue prime auto entro il 2015 e continua ad aderire a tale programma di produzione. (La "R" nella sigla FCV-R sta per: Reality). Il resto dei produttori - compresa Honda - evitano l'argomento, probabilmente perché sono in attesa che i governi si impegnino a realizzare infrastrutture necessarie per consentire ai proprietari di auto di fare il pieno di idrogeno così come avviene per la benzina.

Un appoggio da parte dei governi dei vari paesi creerebbe un mercato che incoraggerebbe le imprese a investire nello sviluppo della tecnologia e nel tempo consentirebbe anche un abbassamento dei costi di sviluppo. La FCX Clarity non ha preso piede perché oltre alla limitata disponibilità di depositi di rifornimento di idrogeno è fondamentalmente un Accord che assai di più.

La Toyota FCV-R ha mostrato fin dal suo debutto a Tokyo nel 2011 di essere un auto più concreta. Molti degli ibridi attuali sono lenti e costosi rispetto ai loro omologhi non ibridi. Il risparmio di carburante è spesso insignificante, anche quando le case automobilistiche non truccano i dati dei consumi così come hanno fatto Hyundai Motor Co e Kia Motors Corporation, scoperti dopo un audit ambientale da parte della Protection Agency.

I veicoli elettrici d'altro canto devono combattere con il limite della tecnologia delle batterie e della conseguente autonomia. Nonostante queste ultime continuano a detenere la promessa la prossima generazione di macchine ecologiche di guida è già qui, almeno meccanicamente parlando. La meccanica di un veicolo a celle a combustibile è pronta ormai da anni, ma l'X-factor rimane l'infrastruttura. Anche se si è consapevoli della capacità di costruire auto a emissioni zero, la realizzazione di infrastrutture che permettono agli utenti di queste auto di fare il pieno con le stesse modalità con cui avviene con i mezzi a combustione tradizionali, tenendo conto dell'attuale ritmo di sviluppo, potrebbe richiedere decenni.

La cella a combustibile richiede meno di un minuto per essere riempita con idrogeno compresso e ha un autonomia di circa 430 chilometri, molto più di qualsiasi veicolo elettrico presente sul mercato. Ma come detto mancano le infrastrutture.

 

[Via: IBT]

Toyota FCV-R
Toyota FCV-R
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci