CALCIOMERCATO JUVENTUS: CONTE vuole due attaccanti, BUFFON rinnova fino al 2015

Di Maurizio Varriale | 20.01.2013 16:52 CET
Dimensione testo + -

Nulla da fare sul fronte di Fernando Llorente. L'Athletic Bilbao, come ampiamente previsto, non vuole mollare l'attaccante prima di giugno. Alla Juventus così non resterà che attendere l'estate per accogliere il giocatore basco, che si trasferirà in Italia a parametro zero. Non sono bastati, quindi, i 4 milioni offerti dai bianconeri per convincere il Bilbao a cedere subito Llorente. A giorni Marotta depositerà il contratto in Lega, dando fine al tormentone.

Seguici su Facebook

UNO O DUE? Atteso che il basco sarà un giocatore della Juventus per la prossima stagione, la Juventus ha bisogno di rinforzarsi in attacco fin da subito. Ieri Antonio Conte con una dichiarazione sibillina ha aperto però importanti scenari di mercato: "Ci serve un attaccante? E se invece ne avessi chiesti due?". Una richiesta che, battute a parte, potrebbe essere stata davvero avanzata dal tecnico juventino, non soddisfattissimo dai rincalzi di Vucinic e Giovinco.  

TOP PLAYER CERCANSI I nomi sono noti, a meno che Beppe Marotta non tiri fuori il più classico dei conigli dal cilindro. Ecco perché si continua a lavorare su Lisandro Lopez, che nonostante la difficoltà di trattare col Lione è un obiettivo reale. Il primo tentativo di portarlo a Torino in prestito gratuito è stato un fiasco. Jean Michel Aulas, presidente dei francesi, vuole soldi non chiacchiere. La Juve sa che se vuole Lisandro deve pur offrire qualcosa, ma spera di non doversi svenare soprattutto perché il giocatore vuole lasciare Lione. Venerdì, dopo il pari interno contro l'Evian in campionato, ha salutato i propri tifosi, quasi come se fosse un addio.
Non va ancora esclusa nemmeno la strada che porta a Didier Drogba, anche se l'ivoriano, ad oggi, sembra essersi allontanato dalla Juventus. L'arrivo gratuito non è più garantito, come dichiarato dallo stesso attaccante: "Bisogna parlare prima con lo Shanghai e poi con me. Il mio cartellino appartiene a loro. Anche in Cina valgono le norme Fifa".   

GIOVANI DI TALENTO In Italia le opzioni sono sempre quelle che portano a Manolo Gabbiadini e Ciro Immobile. Anche qui, però, regna l'impasse perché né Bologna né Genoa vogliono riconsegnare alla casa madre i due giocatori. Enrico Preziosi, proprietario del 50 per cento del cartellino di Immobile, ha opposto un fermo "no", a meno che la Juventus non garantisca soldi e valide alternative tecniche. I bianconeri però non sembrano sentirci e allora l'ipotesi Gabbiadini sembra quella più praticabile. L'attaccante è in prestito ai felsinei e ci sarà bisogno di tutta la diplomazia di Marotta e Paratici per non arrivare allo strappo coi rossoblù.

IL TANTO ATTESO SÌ Ad inizio settimana arriverà la tanto attesa firma di Gianluigi Buffon sul prolungamento del contratto. Accordo fino al 2015 per 4,5 milioni all'anno più bonus. Si chiude così un piccolo caso con il numero 1 che aveva inizialmente rinunciato ad un rinnovo triennale per sua stessa volontà: "Voglio misurarmi anno per anno, senza diventare un peso per la società e dando l'impressione di rubarmi lo stipendio", le parole di Buffon.

LEGGI ANCHE:

CALCIO. La JUVENTUS travolge l'UDINESE con un Pogba mostruoso: 4-0

JUVE e INTER beffate: WALCOTT rinnova con l'Arsenal fino al 2016

CALCIOMERCATO JUVE. Si guarda al futuro: TEIXEIRA, GRENIER e TER STEGEN

 

Antonio Conte e Gigi Buffon dopo il 4-0 rifilato all'Udinese
( Foto : Reuters / )
Antonio Conte e Gigi Buffon dopo il 4-0 rifilato all'Udinese
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci