• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Dario Caputo | 21.01.2013 11:04 CET

Arriva il "redditometro" e con esso la speranza è quella di fare una dura lotta all'evasione fiscale. Con questo meccanismo i consumi e i tenori di vita degli italiani saranno confrontati con le fonti di reddito dichiarate senza ricorrere a controlli patrimoniali e bancari incrociati. Si cercherà di recuperare più di 13 miliardi di euro, somma che rappresenta l'ammontare dell'evasione fiscale accertata nel 2012. Introdotto per legge nel 2010 potrà risalire fino ai redditi del 2009. Nei giorni scorsi alcune agenzie di stampa avevano creato il panico tra molti pensionati. Queste agenzie li mettevano allerta contro questo meccanismo sostenendo che bastavano le sole spese mediche per finire nella cosiddetta "black list". Ma è la stessa Agenzia delle Entrate a smentire seccamente la notizia: "I titolari della sola pensione non saranno mai selezionati".

Seguici su Facebook

I responsabili del fisco spiegano che dal mese di marzo, a partire dai redditi del 2009, si cercherà di scovare chi "pur evidenziando una elevata capacità di spesa, dichiara redditi esigui". Per essere imbrigliati nella rete del "redditometro", come sostiene la Cgia di Mestre, occorre essere davvero sfacciati nei confronti del fisco.

"Il Redditometro non sarà quello spauracchio che qualcuno vuole farci credere", a dichiararlo è Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia. "I contribuenti onesti non devono temere nulla: non sarà né feroce né repressivo". Ecco alcuni parametri esaustivi per capire meglio chi potrebbe finire sotto i riflettori dei controlli. Una coppia senza figli dovrebbe dichiarare sotto i 7 mila euro all'anno, se al Nord, i 4.600 al Centro, 2.300 al Sud, 270 nelle Isole. Mentre una coppia con un figlio dovrebbe andare sotto i 10-11 mila euro (Nord), 7.700 (Centro), 5.300 (Sud), 2.519 (Isole). Se dichiaro 50mila euro ne posso spendere fino a 72 mila per stare tranquillo, grazie al "bonus" di 22 mila euro (il 20% di 50 mila, cioè 10 mila, più 12 mila). Oltre quella cifra potrei essere chiamato a dare spiegazioni ma senza ansie, valgono anche le "spiegazioni logiche non documentate".   

 

 

© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci