Su Fabrizio Corona spicca un mandato di cattura internazionale

Di Giulia Bazzocchi | 21.01.2013 15:57 CET
Dimensione testo + -

Per Fabrizio Corona è stato emesso un mandato di cattura internazionale dalla procura di Torino, la stessa che aveva ordinato l'arresto. L'ex fotografo dei vip, da venerdì scorso latitante, ora, è ricercato in tutto il mondo.

Seguici su Facebook

Inoltre, la pena che dovrà scontare è aumentata da cinque a sette anni, dieci mesi e diciassette giorni, perchè, dopo la revoca dell'affidamento ai servizi sociali da parte del Tribunale di Sorveglianza di Milano, la condanna iniziale a cinque anni da parte della Cassazione è andata a sommarsi ad altre pene conteggiate a Milano, sulle quali, allo stato attuale dei fatti, Corona non ha più alcun beneficio, a causa della sua fuga.

A seguito della condanna definitiva per estorsione ai danni del calciatore juventino David Trezeguet, emessa venerdì 18 gennaio 2013 dal Tribunale di Milano, Fabrizio Corona era sorvegliato dagli agenti del commissariato della sua zona di residenza in vista della sentenza. Nonostante questo, è riuscito a eludere la sorveglianza precisamente nella tarda mattinata di venerdì, quando si è recato nella palestra di Corso Como che era solito frequentare. È entrato nell'edificio e poi è scappato. Sparito. Scomparso nel nulla e irreperibile. Non si sa ancora se è fuggito dal retro, ma la procura ritiene che sia più che probabile che Corona non abbia agito da solo, ma con l'aiuto di qualcuno.

Una cosa è certa: questa fuga rischia solo di peggiorare la sua situazione già critica, aumentando le accuse e facendo sì che Corona incorra in altre condanne definitive, oltre a quella di estorsione, bancarotta fraudolenta e frode fiscale. Nel frattempo, da parte della sua famiglia è partito un appello che lo invita a costituirsi.

 

 

Fabrizio Corona
wikimedia commons
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV