• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Massimiliano Di Marco | 22.01.2013 13:21 CET

Mentre Obama presenta proposte in Parlamento per rimodellare la vendita delle armi e delle munizioni negli Stati Uniti, c'è un'altra battaglia che viene combattuta: quella su internet. Le armi, a maggior ragione dopo la recente strage nella scuola elementare Sandy Hook nel Connecticut, rappresentano un grosso argomento di dibattito in America e ogni giorno dividono la popolazione: difendere il secondo emendamento o rendere meno pericolosa la vita quotidiana? Nel mentre qualcuno si attiva per difendere i propri interessi, in attesa che la vicenda assuma toni ben più chiari e delinati: Groupon.

Seguici su Facebook

Il sito è celebre per proporre offerte molto vantaggiose sull'acquisto di cellulari, accessori per la casa, viaggi e auto, ma anche per la vendita delle armi, al punto che, su Twitter, qualcuno sbotta: "Perché mai avete deciso di fare sconti sulle armi?". Il CEO Andrew Mason ha infatti deciso di bloccare temporaneamente le offerte su tutte le armi da fuoco. "Tutte le offerte attualmente in essere e quelle programmate riguardo le armi su Groupon North America sono state bloccate mentre revisioniamo i nostri standard interni che influenzano le offerte che proponiamo" ha spiegato una portavoce dell'azienda, Julie Mossler. "La categoria è ora sotto revisione dopo recenti feedback da parte dei consumatori e dei venditori".

Proprio la scorsa settimana Groupon aveva proposto un corso sulle armi in collaborazione con un negozio con sede in Texas e gestito da Michael Cargill. Inutile sottolineare come la decisione dell'azienda, presa mentre l'offerta era nella sua massima domanda tanto da spingere ad aumentarne la portata, abbia infastidito il proprietario che ora spinge tutti gli appassionati delle armi da fuoco a boicottare il sito: "Chiedo a chiunque faccia parte della comunità del Secondo Emendamento di boicottare Groupon, perché il messaggio che stanno dando è 'Guardate, non vogliamo supportare i cittadini rispettosi della legge che si prendono del tempo per imparare la sicurezza sulle armi'".

Come riporta CNET, su Twitter le risposte sono state divergenti: chi, come descritto prima, si domanda perché Groupon avesse anche iniziato a proporre offerte sulle armi, "Per favore, non proponete sconti anche sulle munizioni e le testate nucleari. Grazie mille", e chi invece si ribella: "Ecco un'altra azienda non cui non farò più affari, GROUPON, che ha tolto ogni offerta sulle armi, idioti!"

Fonte: Daily Business

LEGGI ANCHE

Obama e videogiochi: avviata ricerca su legame tra media violenti e abuso armi da fuoco

Obama lancia la sfida alla lobby delle armi

Groupon
(Foto: Flickr / )
Groupon
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci