• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Fabio Ferri | 23.01.2013 14:58 CET

«Questo non è il mio lavoro, e non voglio confonderlo con la professione: tornerò a fare l'avvocato, che poi è quello che so fare» così Giuseppe Mussari dimissionario dalla presidenza di Monte dei Paschi e neo presidente dell'Associazione Bancaria Italiana. Era il 2010, due anni dopo si è dovuto dimettere, a causa dello scandalo che ha colpito la sua ex banca e di cui lui è uno dei protagonisti.
Mussari, nato a Catanzaro nel 1962, inizia presto la sua carriera a Siena, dove si trasferisce per studiare giurisprudenza. A soli 38 anni, nel 2001, diventa presidente della Fondazione Monte dei Paschi, a 43 diventa presidente della banca Mps. Nel 2010 un altro salto di carriera lo portò ai vertici dell'Abi. Amicizie e legami politici non mancano, soprattutto a sinistra: da Franco Bassanini e Rosi Bindi a Luigi Berlinguer e Giuliano Amato. Ma anche Giulio Tremonti e Corrado Passera. Tra le scelte di Mussari che più si ricordano nel periodo senese, svetta l'acquisizione di Antonveneta per circa oltre 9 miliardi di euro, quando era stata valutata circa 6,6 miliardi. Prezzo ritenuto eccessivo da molti osservatori, e su cui ha avviato un'indagine la Procura di Siena, i reati presunti sono aggiotaggio ed ostacolo agli organi di vigilanza. «Non abbiamo pagato un prezzo caro per Antonveneta» affermò, all'epoca, Mussari agli investitori.La Stampa ipotizzò anche «una truffa, estero su estero, che vale all'incirca 1,2-1,5 miliardi». L'ex presidente Abi poi risulterebbe indagato anche per la privatizzazione dell'aeroporto di Ampugnano. Al di là degli aspetti giudiziari, l'operazione Antonveneta creò più problemi che benefici al Monte dei Paschi. Doveva far uscire la banca dal rischio di eccessiva regionalizzazione, questo l'obiettivo, invece è costata la reputazione dei vertici di allora e soprattutto ha portato un calo del titolo del 49% e del 475 dei profitti, durante l'anno dell'acquisizione. Nello stesso periodo Mps ha avuto una perdita di 367 milioni su un contratto derivato, fatto con la Deutsche Bank, relativo a una quota del Monte dei Paschi in Intesa SanPaolo. Oltre la crisi finanziaria queste perdite sono dovute anche a scelte strategiche sbagliate della dirigenza, tra cui Mussari. Che da lì a breve farà carriera, diventando presidente dell'Abi: che oggi, per errori del passato, è costretto a lasciare come dimissionario.

Seguici su Facebook

 

 

Mussari
(Foto: Reuters / )
Mussari
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci