• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Redazione IBTimes Italia | 23.01.2013 20:52 CET

Arriva una parziale bocciatura dalla Commissione Europea sulla riforma del lavoro di Elsa Fornero. In particolare l'Ue considera negativamente la parte che legifera sui lavoratori a termine, comunemente detti precari, perchè non sanerebbe una 'violazione pregressa' dei loro diritti sindacali.

Seguici su Facebook

In sostanza secondo l'Unione Europea i lavoratori a termine sono discriminati perchè non considerati nel calcolo complessivo dei dipendenti di un'azienda ai fini della creazione di una rappresentanza sindacale.

Lo apprende l'Agi da un documento interno della Commissione e da una fonte dell'Esecutivo Ue. "Per questa ragione - scrive l'agenzia - domani Bruxelles annuncerà l'invio di un parere motivato contro l'Italia per la non corretta applicazione della direttiva Ue del 1999 che regola i diritti dei lavoratori a termine".

Ue, parziale bocciatura riforma Fornero
(Foto: Reuters / )
Non sana violazione diritti sindacali dei lavoratori precari
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci