• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di V.B. | 25.01.2013 10:59 CET

Com'era prevedibile, lo scandalo Mps non resta fuori dalla campagna elettorale. 

"Il Pd c'entra in questa vicenda perché ha sempre avuto molta influenza sulla banca e sulla vita politica di Siena. Io - ha però aggiunto il leader di Scelta Civica - non sono qui per attaccare Bersani, ma il fenomeno storico della commistione fra banca e politica che va ulteriormente sradicato dal momento che è brutta bestia". E conclude dicendo che lascia il compito ai politici di "puntarsi il dito" l'uno contro l'altro.

Seguici su Facebook

Quanto al gettito fiscale ricavato dall'Imu assicura: "i 4 miliardi di Imu vanno allo stato e ci restano", nel caso di Monte dei Paschi di Siena, chiarisce che "non si tratta di 3,9 miliardi, ma di soldi che verranno rimborsati e con alto tasso di interesse. E non sono 3,9 miliardi, ma due miliardi perché per il resto sono rimborsi dei precedenti Tremonti-bonds".

Intanto la banca assicura che "è tutto sotto controllo" e dopo tre giorni di fila di crolli in borsa oggi Mps ha fatto registrare un vero e proprio sprint: il titolo, che in 3 sedute ha perso il 20% della capitalizzazione, parte bene e corre con un rialzo del 5,02% a 0,24 euro nei primi scambi. 

Monti attacca Pd
(Foto: Reuters / )
Mps, responsabilità del partito su scandalo
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci