AUSTRALIAN OPEN: ERRANI e VINCI da favola! Vittoria in doppio

Di Stefano Veneziano Broccia | 25.01.2013 16:36 CET
Dimensione testo + -

Non si ferma l'ascesa delle due tenniste italiane, che a Melbourne, grazie alla vittoria in tre set (6-2 3-6 6-2) sulla coppia formata dalle australiane Barty-Dellacqua, conquistano il terzo successo in doppio in un torneo dello Slam nel giro di 12 mesi (Roland Garros e US Open gli altri due). Per Sara Errani e Roberta Vinci è stata la quarta finale negli ultimi cinque tornei del Grande Slam giocati, la seconda consecutiva in Australia, ed è proprio qui che un anno fa è iniziata la loro favola, quando persero in finale dalle russe Kuznetsova e Zvonareva. Da li in poi diedero inizio ad una stagione, quella 2012, che si sarebbe rivelata la migliore della loro carriera, e che avrebbe riservato ad entrambe molte soddisfazioni sia in coppia che in singolare.

Seguici su Facebook

LA PARTITA Le due azzurre, per la prima volta teste di serie numero 1 in un torneo dello Slam, arrivavano a questa finale nettamente da favorite rispetto alla coppia australiana (che poteva però contare sull'apporto del pubblico di casa), ed alla fine, non senza pochi problemi, sono riuscite a confermare le aspettative. La partita inizia bene per la coppia italiana, che si impone abbastanza agevolmente 6-2 nel primo set. Anche la seconda frazione di gioco sembra ricalcare lo stesso copione e si mette subito in discesa per le "Chichi", che vanno avanti 2 a 1 e servizio, ma Barty e Dellacqua non mollano e riescono a ribaltare il risultato, vincendo 6-3 e portando l'incontro al terzo. Le australiane sembrano avere dalla loro l'inerzia dell'incontro, e in apertura del set decisivo strappano il servizio alla coppia azzurra, che però si fa trovare e pronta e restituisce subito il break alle avversarie. Si arriva così fino al 2 pari, quando Errani e Vinci infilano un parziale di quattro giochi a zero che chiude l'incontro.

IMPRESA La vera impresa comunque le due italiane l'hanno fatta battendo le sorelle Williams nei quarti, in quella che poteva benissimo essere considerata come una finale anticipata. Le americane giocavano questo torneo come teste di serie numero 12 del tabellone di doppio, ma il loro valore è ben altro, infatti sulla carta quando scendono in campo insieme (e sono entrambe in condizione), Venus e Serena possono benissimo essere considerate come la coppia forte del circuito. Averle battute ha un significato che va al di là del risultato, è la dimostrazione che possono ormai giocarsela con tutte, anche con le più forti. E' il punto esclamativo sui successi ottenuti, sorprendendo tutti, nel 2012.

CONFERMA La 25enne romagnola (Errani) e la 29enne tarantina (Vinci) con la partecipazione agli Australian Open  hanno dato il via alla loro stagione più difficile. Perché questa dovrà essere, per forza di cose, la stagione della conferma, dove dimostrare che quanto fatto vedere lo scorso anno non è stato un caso (sempre se l'aver vinto due Slam nell'arco di pochi mesi si può considerare un caso). Conferma che doveva arrivare, appunto, già qui a Melbourne, dove le due tenniste italiane dovevano difendere i punti conquistati con la finale dello scorso anno, e così è stato.

CAREER GRAND SLAM Mai nessuna coppia italiana era riuscita a raggiungere i loro risultati. Adesso per Sara e Roberta l'obiettivo non può che essere quello di centrare la vittoria anche nell'unico torneo dello Slam che finora non sono riuscite a vincere, ovvero Wimbledon. Centrando così un "Career Grand Slam" (ovvero la vittoria almeno una volta di tutti e quattro i tornei più importanti) che le farebbe entrare nel libro dei record e nella storia del tennis mondiale, più di quanto non lo siano già ora.

 

Sara Errani e Roberta Vinci, trionfatrici in Australia
( Foto : Reuters / )
Sara Errani e Roberta Vinci, trionfatrici in Australia
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci