• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Redazione IBTimes Italia | 25.01.2013 22:36 CET

La Procura di Lodi ha aperto un'indagine sulla possibile falsificazione delle firme presentate da alcuni movimenti politici in corsa alle prossime Elezioni Politiche e Regionali. L'inchiesta coinvolgerebbe anche La Destra, guidata dall'ex governatore del Lazio Francesco Storace. Secondo gli inquirenti dietro ci sarebbe una vera e propria organizzazione a delinquere.

Seguici su Facebook

Alcuni presunti rappresentanti de La Destra la scorsa settimana hanno presentato all'ufficio elettorale del Comune di Lodi degli elenchi risultati irregolari. E' partita una segnalazione alla Procura ed è stato interrogato il giudice di pace che avrebbe posto timbro e firma su quelle liste. Ma il giudice ha negato di averlo mai fatto e il magistrato titolare dell'indagine ha optato per il sequestro degli elenchi in questione.

La Digos due giorni fa ha sequestrato "83 timbri con i nomi di giudici di pace di vari comuni italiani", tra questi anche quelli di Roma e Milano, certificati elettorali ed elenchi di firme. Tutto materiale che sarebbe servito all'organizzazione per falsificare le liste. "La vicenda di Lodi ci vede come parte lesa. Abbiamo presentato una denuncia" ha dichiarato Storace. "Presenteremo immediatamente un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno per fare luce sull'intera vicenda" la replica del capogruppo Pd della commissione Giustizia, Donatella Ferranti.

Francesco Storace
(Foto: Reuters / )
Francesco Storace, Leader de "La Destra"
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci